Lunedì, 21 Agosto 2017
Mercoledì 17 Novembre 2004 23:51

Patto tra 15 chiese

Valuta questo articolo
(0 voti)

Australia.

Un fatto storico per l'ecumenismo mondiale. Si può definire così l'accordo siglato l'11 luglio dalle 15 Chiese cristiane che formano il Consiglio delle Chiese australiane.

In particolare, il patto di cooperazione prevede l'istituzione di un certificato battesimale comune, che sarà riconosciuto dalle 15 Chiese del Paese: in pratica, una persona che cambierà credo religioso non dovrà più ricevere nuovamente il sacramento.

Inoltre l'accordo rende possibili le collaborazioni tra le Chiese in materia di clero, di risorse finanziarie e di compravendita di edifici religiosi. «Anche negli Stati Uniti stanno lavorando a qualcosa di simile, ma senza i cattolici», ha spiegato il presidente del Consiglio delle Chiese australiane Dean Drayton, entusiasta dell'intesa.

Pure il vescovo di Townsville, monsignor Michael Putney, ha commentato positivamente l'accordo: «Si tratta del più importante passo in avanti nella storia del movimento ecumenico».

Hanno firmato il patto le Chiese cattolica, anglicana, unitariana, luterana, congregazionalista, la Chiesa di Cristo, i quaccheri, l'Esercito della salvezza e sette Chiese ortodosse.

(da Jesus settembre 2004)

Ultima modifica Sabato 11 Febbraio 2012 17:29
Fausto Ferrari

Fausto Ferrari

Religioso Marista
Area Formazione ed Area Ecumene; Rubriche Dialoghi, Conoscere l'Ebraismo, Schegge, Input

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito