Giovedì, 14 Dicembre 2017
Sabato 25 Settembre 2004 22:07

Gesù e gli esclusi

Valuta questo articolo
(2 voti)

Gesù e gli esclusi

 



Nel Vangelo

1) Gesù identifica la sua missione con l’accoglienza e la solidarietà con gli esclusi


Mc 2, 17;
Mt 9, 12;
Lc 5, 31-32
Lc 4, 16-22

Gesù con i peccatori è come il medico che cerca i malati.

Mt 11, 19;
Lc 7, 34

Gesù sceglie gli esclusi per annunciare ad essi la liberazione

Gesù con la sua scelta di solidarietà si è creata la fama di essere amico dei devianti e dei clandestini.


2) Gesù accoglie  e solidarizza con i malati

Mc 1, 32-34;
Mt 8, 16-17;
Lc 4, 40-41:

sintesi dell’attività di Gesù. Egli è il “servo” solidale che si carica delle infermità della sua gente per la liberazione.

Mc 10, 46-52;
Mt 20, 29-34;
Lc 18, 35-43

Gesù accoglie il cieco e mediante il dialogo suscita la fede di cui la vita riacquistata è segno e garanzia.

Mt 7, 31-37

Gesù accoglie due malati esclusi per la loro menomazione della vita sociale. La parola ed i gesti stabiliscono il contatto umano veicolo della fede.


3) Gesù accoglie e solidarizza con i peccatori

Mt 9, 9-13

Gesù mangia con i peccatori e giustifica questo con il richiamo allo stile ed alla logica di Dio

Lc 15, 1-2;
Lc 15, 3-32

Un discorso in parabola per giustificare la presa di posizione a favore dei peccatori

Lc 19, 1-10;

Gesù sfida i pregiudizi della gente per restare fedele alla sua linea di solidarietà con i disprezzati

Lc 23, 33-39-43

Gesù condivide la sorte dei delinquenti ed apre una via di speranza al peccatore che si converte


4) Gesù accoglie e difende gli stranieri ed i “lontani”

Lc 17, 14-19;
Lc 10, 30-37

L’esempio di un samaritano, perciò di uno straniero ed un eretico, è proposta ai fedeli ed ai benpensanti “molto ortodossi”

Mt 8, 10-13;
Lc 7, 1-10

Gesù elogia la fede di un pagano

Lc 4, 23-27

Gesù segue lo stile di Dio che sta con i lontani e gli stranieri


5) Gesù accoglie e difende le donne

Lc 8, 1-3

Al seguito di Gesù vi sono alcune donne liberate dal male

Lc 7, 36-50

Gesù accoglie, difende e dà il perdono ad una disprezzata peccatrice

Lc 10, 38-42

Gesù annuncia un nuovo ruolo per la donna: ascoltare la parola di Dio con libertà.


6) Gesù accoglie e protegge i piccoli

Mc 10, 13-16

I “piccoli” sono, come i poveri, i destinatari del Regno di Dio

Mc 9, 33-37

Dio sta dalla parte del “piccolo”, modello del discepolo

Mt 11, 25-26;
Lc 10, 21

Dio sceglie i “piccoli” come destinatari del Regno


7) Gesù accoglie e solidarizza con il popolo

 Mc 6, 34-44

Gesù istruisce il popolo disperso e mangia con lui il pane, segno del tempo di liberazione

Mc 3, 7-10;
Mt 4, 23-25;
Lc 4, 17-18

Sintesi dell’attività di Gesù. Accoglie la gente, guarisce i malati, rivolge la parola al popolo.


Nella vita

1) chi sono gli esclusi nell’attuale società e nel nostro ambiente? Uomini e donne privi dei diritti sociali, subordinati, dipendenti, extra-comunitari, le persone che a vario titolo, consideriamo diverse?

2) La presa di posizione di Gesù provoca ad agire in favore degli esclusi. Quali gesti e prese di posizione fare oggi?

 

  • Intervento efficace, liberatore e non solo assistenziale
  • Intervento pratico e non solo verbale o ideologico
  • Intervento umano: la parola interpreta e dà coscienza, trae fuori dall’esclusione
  • Intervento personale, non solo occasionale o da professionisti, Gesù è coinvolto in prima persona ed in modo totale


3) Accoglienza e solidarietà con gli esclusi e proposta di salvezza

 

  • Salvezza come superamento dalla esclusione radicale: la morte
  • Salvezza come fine della situazione e delle cause di esclusione
  • Salvezza come speranza di piena solidarietà e comunione: risurrezione
Ultima modifica Martedì 27 Marzo 2012 18:51