Martedì, 12 Dicembre 2017
Lunedì 12 Giugno 2006 20:36

Salmo 53

Valuta questo articolo
(0 voti)




Lamentazione individuale.

Salmo di fiducia.

3 Dio, per il tuo nome, salvami,

per la tua potenza rendimi giustizia.

4 Dio, ascolta la mia preghiera,

porgi l’orecchio alle parole della mia bocca;

5 poiché sono insorti contro di me gli arroganti

e i prepotenti insidiano la mia vita,

davanti a sé non pongono Dio.

6 Ecco, Dio è il mio aiuto,

il Signore mi sostiene.

7 Fà ricadere il male sui miei nemici,

nella tua fedeltà disperdili.

8 Di tutto cuore ti offrirò un sacrificio,

Signore, loderò il tuo nome perché è buono;

9 da ogni angoscia mi hai liberato

e il mio occhio ha sfidato i miei nemici.

Ora le righe che seguono potranno aiutarti nel comprendere meglio per poi pregare questo salmo.

Questo salmo è un po’ prototipo delle lamentazioni.

Lo pervade una profondissima fiducia in Dio, quasi la certezza di essere esauditi.

Probabilmente il riferimento di base è la figura di David ma ne è facile l’applicazione a Gesù.

 

Rileggi attentamente il salmo, e fai riferimento alla pagina fissa.


Ecco la frase del Nuovo Testamento cui puoi fare riferimento:

“Bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre e faccio quello che il Padre mi ha comandato. Alzatevi, andiamo…” (Gv 14, 31).

Dio ama chi dona con gioia. (2 Cor 9, 7).

 

Per concludere può esserti utile la seguente colletta salmica.

Signore Gesù, per il sacrificio volontario con cui ti offristi al Padre sulla croce, libera la tua Chiesa dalle insidie dei superbi che davanti a sé non pongono Dio.

 

 

Clicca qui per tornate all'INDICE del TEMA: “Salmi”

 

 

Ultima modifica Venerdì 03 Gennaio 2014 11:40
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Altro in questa categoria: « Salmo 52 Salmo 54 »