Domenica, 20 Agosto 2017
Domenica 07 Febbraio 2010 18:44

Salmo 93

Valuta questo articolo
(0 voti)
Esperienze Formative, Preghiera

Salmo sapienziale

Supplica comunitaria

Salmo di riconoscenza, fiducia,

lode alla regalità divina

 

[1]Dio che fai giustizia, o Signore,

Dio che fai giustizia: mostrati!

[2]Alzati, giudice della terra,

rendi la ricompensa ai superbi.

[3]Fino a quando gli empi, Signore,

fino a quando gli empi trionferanno?

[4]Sparleranno, diranno insolenze,

si vanteranno tutti i malfattori?

 

[5]Signore, calpestano il tuo popolo,

opprimono la tua eredità.

[6]Uccidono la vedova e il forestiero,

danno la morte agli orfani.

[7]Dicono: «Il Signore non vede,

il Dio di Giacobbe non se ne cura».

 

[8]Comprendete, insensati tra il popolo,

stolti, quando diventerete saggi?

[9]Chi ha formato l'orecchio, forse non sente?

Chi ha plasmato l'occhio, forse non guarda?

 

[10]Chi regge i popoli forse non castiga,

lui che insegna all'uomo il sapere?

[11]Il Signore conosce i pensieri dell'uomo:

non sono che un soffio.

 

[12]Beato l'uomo che tu istruisci, Signore,

e che ammaestri nella tua legge,

[13]per dargli riposo nei giorni di sventura,

finché all'empio sia scavata la fossa.

 

[14]Perché il Signore non respinge il suo popolo,

la sua eredità non la può abbandonare,

[15]ma il giudizio si volgerà a giustizia,

la seguiranno tutti i retti di cuore.

  

[16]Chi sorgerà per me contro i malvagi?

Chi starà con me contro i malfattori?

[17]Se il Signore non fosse il mio aiuto,

in breve io abiterei nel regno del silenzio.

 

[18]Quando dicevo: «Il mio piede vacilla»,

la tua grazia, Signore, mi ha sostenuto.

[19]Quand'ero oppresso dall'angoscia,

il tuo conforto mi ha consolato.

 

[20]Può essere tuo alleato un tribunale iniquo,

che fa angherie contro la legge?

[21]Si avventano contro la vita del giusto,

e condannano il sangue innocente.

 

[22]Ma il Signore è la mia difesa,

roccia del mio rifugio è il mio Dio;

[23]egli ritorcerà contro di essi la loro malizia,

per la loro perfidia li farà perire,

li farà perire il Signore, nostro Dio.

  

Le righe seguenti ti aiuteranno a comprendere ed a pregare meglio il Salmo.

 Si tratta di un Salmo Sapienziale infatti emerge da constatazioni generali sul perenne problema del bene e del male.

Il salmista si rivolge a Dio e gli denuncia il comportamento tracotante degli empi. Di fronte alla loro ironia blasfema il salmista si fa paladino di Dio:

 

“Dio conosce i pensieri dell’uomo”.

 

Nasce così una conclusione positiva:

 

“beato l’uomo che tu istruisci, Signore!”.

 

Il salmista ha fatto esperienza della guida di Dio:

"La tua grazia mi ha sostenuto;

il tuo conforto mi ha consolato”.

Il Signore è dalla parte del giusto.

 

Seguendo ora le indicazioni della pagina fissa, verificando di avere ben compreso il tema, rileggi attentamente il Salmo.

 

La frase del N. T. cui fare riferimento è:

 

“Quale dei profeti i vostri padri non hanno perseguitato? Essi uccisero quelli che preannunciavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete divenuti traditori e uccisori”. All’udire queste cose fremevano in cuor loro e digrignavano i denti contro di lui. Ma Stefano, pieno di Spirito Santo, fissando gli occhi al cielo, vide la gloria di Dio, e Gesù che stava alla sua destra. At 7, 52. 54-56.

 

Termina ora con la colletta salmica

 PREGHIAMO: O Dio di giustizia, che vedi ogni crimine e ascolti ogni gemito, conforta con la tua grazia chi è nell’angoscia dell’oppressione, difendi e proteggi chi confida in te.

  

Clicca qui per tornate all'INDICE del TEMA: “Salmi”

 

 

Ultima modifica Venerdì 03 Gennaio 2014 17:32
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Altro in questa categoria: « Salmo 91 Salmo 94 »