Martedì, 17 Ottobre 2017
Lunedì 05 Novembre 2012 21:07

Salmo 123

Valuta questo articolo
(0 voti)

Cantico delle ascensioni.

Cantico di ringraziamento comunitario

1 Se il Signore non fosse stato per noi

- lo dica Israele -,

2 se il Signore non fosse stato per noi,

quando eravamo assaliti,

3 allora ci avrebbero inghiottiti vivi,

quando divampò contro di noi la loro collera.

4 Allora le acque ci avrebbero travolti,

un torrente ci avrebbe sommersi;

5 allora ci avrebbero sommersi

acque impetuose.

6 Sia benedetto il Signore,

che non ci ha consegnati in preda ai loro denti.

7 Siamo stati liberati come un passero

dal laccio dei cacciatori:

il laccio si è spezzato

e noi siamo scampati.

8 Il nostro aiuto è nel nome del Signore:

egli ha fatto cielo e terra.

 

Il salmo esprime desiderio, gioia, nostalgia dell'incontro definitivo con Dio.

Il salmista rammenta ai figli d'Israele che se non ci fosse stato l'aiuto del Signore, i nemici se li sarebbero inghiottiti vivi, travolti e sommersi come dall'impeto di un torrente... - Ma il Signore è stato con noi: non ci ha lasciato in preda ai loro denti, ci ha liberati come un uccello dal laccio, e noi siamo scampati...

NOI. Chi? Israele nel deserto? Giuda nell'esilio? Cristo nei lacci di morte del sepolcro? La Chiesa provata e perseguitata? Io, nella mia tentazione di un'ora fa?... Sì, "noi", tutto questo...

"Se il Signore non fosse stato con noi!.."." II nostro aiuto è nel nome del Signore, che ha fatto cielo e terra".

Rileggi il salmo attentamente. Verifica se ne hai compreso il tema. Fai tuo il salmo.

Ora riferisciti alla seguente frase del Nuovo Testamento.

Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile ad un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia. Mt 7, 24-25.

Quindi termina con la seguente colletta salmica:

Preghiamo

Conserva nel tuo amore la tua Chiesa, Signore, in mezzo alle acque impetuose della tentazione: tu che hai spezzato il laccio della morte, resta con noi che siamo ancora nel mondo.

 

 

Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA:  "I Salmi"

 

 

Ultima modifica Venerdì 03 Gennaio 2014 18:24
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Altro in questa categoria: « Salmo 122 Salmo 124 »