Domenica, 22 Ottobre 2017
Venerdì 03 Gennaio 2014 21:16

Salmo (133)

Valuta questo articolo
(0 voti)

Salmo (133)

Canto delle ascensioni.

 

1 Ecco, benedite il Signore,

voi tutti, servi del Signore;

voi che state nella casa del Signore

durante le notti.

2 Alzate le mani verso il tempio

e benedite il Signore.

3 Da Sion ti benedica il Signore,

che ha fatto cielo e terra.

 

Leggi attentamente queste righe ti aiuteranno a ben comprendere il salmo e ad immergerti in esso.

La notte simboleggia il momento privilegia nel quale agisce Satana, possono entrare i ladri. Non è momento di timore se questo frangente lo usiamo per benedire il Signore.

Come non può chi ha creato cielo e terra non benedirti a sua volta!

Ora rileggi lentamente il salmo e verifica di averlo compreso.


Poi riferisciti alla frase del Nuovo Testamento.

Qual'è unico e vero Tempio?

Nella notte, nell'orto del Getzemani, solo Gesù pregava! E il male ha prevalso.


E concludi con la colletta salmica:

Da Sion ti benedica il Signore,

che ha fatto cielo e terra.

 Giorgio De Stefanis



Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA:  "I Salmi"



Ultima modifica Venerdì 03 Gennaio 2014 21:28
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Altro in questa categoria: « “La poesia” Salmo (141) »