Martedì, 02 Marzo 2021
Visualizza articoli per tag: lectio divina on line
Lunedì 25 Aprile 2011 09:18

Dio è un fedele Alleato

La mia risposta all'Alleanza

 Il fondamento dell'Alleanza

 

"Io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi" (Gn 9, 8)

Pubblicato in Lectio Divina
Venerdì 02 Aprile 2010 08:44

Vangelo (Luca 21,25-36)

Comprensione del testo (Cosa dice la Parola in sé)

 

[25] Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti,

[26] mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte.

[27] Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con potenza e gloria grande.

Pubblicato in Lectio Divina
Mercoledì 02 Dicembre 2009 15:14

Lectio divina on line - Presentazione

 

Scegli uno dei brani, qui di seguito elencati, quindi:

 

Stai almeno 5 minuti in silenzio lasciando scorrere i pensieri, le preoccupazioni, le tensioni.

Usa eventualmente un tipo di respirazione che ti faciliti il rilassamento (vedi Area “Esperienze Formative”, rubrica “Preghiera”, tema “Preghiera contemplativa” al punto “VI°” del programma).

Poi, lentamente, con calma, leggi il brano biblico di quest’esperienza di Lectio, leggilo almeno 2 volte.

Pubblicato in Lectio Divina
Venerdì 11 Maggio 2007 17:51

Lectio, Lc 17, 11-19

LECTIO (Lc 17, 11-19)

 

 

Durante il viaggio verso Gerusalemme, Gesù attraversò La Samaria e La Galilea. Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci Lebbrosi i quali, fermatisi a distanza, alzarono la voce, dicendo: “Gesù maestro, abbi pietà di noi!’

Pubblicato in Lectio Divina
Mercoledì 02 Maggio 2007 12:36

LECTIO on line (Mc 1, 40-45)

LECTIO on line (Mc 1, 40-45)

 

Carità e giustizia nell'assistenza

 

La lebbra era ritenuta, sia nell’Antico Testamento che al tempo di Gesù, la “primogenita della morte” (cfr. Gb. 18, 13): una malattia incurabile e contagiosa. Di conseguenza, i portatori di questa patologia vivevano lontano dai villaggi, avevano contatti a distanza solo con chi portava loro un po’ di cibo; erano totalmente abbandonati.

Pubblicato in Lectio Divina
Pagina 4 di 10