Mercoledì, 13 Dicembre 2017
Meditazione
Meditazione

Meditazione (75)

Lunedì 17 Maggio 2010 14:32

Che cos’è l’ascesi cristiana?

Pubblicato da Enzo Bianchi

Ascesi e grazia

 di Enzo Bianchi

 

L’ascesi cristiana si distingue dalle altre ascesi, dalle tecniche spirituali, per il fatto che essa è al servizio di un rapporto personale, quello con Dio, in cui è Dio stesso ad avere l’iniziativa:

Martedì 20 Aprile 2010 15:26

a - L’ascesi ha un senso?

Pubblicato da Enzo Bianchi

E’ estremamente delicato affrontare il tema dell’ascesi cristiana. Questa parola giunge a noi carica di un passato di ambiguità, esagerazioni e deviazioni che la rendono quantomeno sospetta ai contemporanei.

Mercoledì 05 Gennaio 2005 20:37

Metodi di Meditazione

Pubblicato da Giorgio De Stefanis

"Meditazione" significa una riflessione dello spirito, un lavoro di assimilazione di ciò che l’occhio ha “letto”, l’orecchio udito, la memoria ritenuto. È una “masticazione” e “ruminazione” delle idee affinchè queste ci penetrino completamente. Ma quali idee? Semplicemente il contenuto della fede cristiana.

Venerdì 29 Gennaio 2010 18:42

Meditare la Scrittura - Introduzione

Pubblicato da Giorgio De Stefanis
Esperienze Formative, Meditazione, Meditare la Scrittura

PRESENTAZIONE

A cura d P. Franco Gioannetti

 

Tu che stai visitando Dimensione Speranza, e che sei alla ricerca di una maggiore interiorità, fermati in questa rubrica; è il primo gradino di una ascensione spirituale lunga e difficile.

Ricorda sempre che l'attività della persona nella preghiera e nella meditazione è una cooperazione alla Grazia di Dio.

 

Venerdì 14 Novembre 2008 11:17

È necessaria l'ascesi cristiana?

Pubblicato da Giorgio De Stefanis

È necessaria l'ascesi cristiana?

di Enzo Bianchi

 

Programma:  Premessa

a - L'ascesi cristiana: ha un senso?

b - Cos'è l'ascesi cristiana?

c - Necessità dell'ascesi cristiana

d - Le forme dell'ascesi cristiana

e - L'ascesi cristiana: Conclusione

 

Premessa e Introduzione

 

Se parti alla ricerca della libertà, impara anzitutto disciplina dei sensi e dell’anima, affinché i desideri e le membra non ti portino a caso qua e là.

Casti siano lo spirito e il corpo, sottomessi e obbedienti nel cercare la meta assegnata.

Nessuno penetra il mistero della libertà, se non con la disciplina1.

Sotto area: “Meditazione”

Tema: “Contributi sulla Meditazione”

 

D) IL COMANDAMENTO DELL’AMORE


 

- I grandi maestri, al termine della vita, hanno lasciato un messaggio riassuntivo del loro insegnamento. Budda lascia una dottrina di annientamento e di liberazione. Famoso il suo detto: “spegnere in noi ogni desiderio”. Socrate esorta a cercare la verità, la salvezza nell’uomo, nella sua coscienza, capace di discernere la verità e giungere al bene. Gesù li supera tutti. Il suo messaggio per la liberazione dell’uomo è ben più che una dottrina: è una vita che si comunica; ed è ben più che uno sforzo umano: è l’amore di Dio che entra nell’uomo e lo invade. San Giovanni lo esprime così nella sua prima lettera: ‘Dio è amore. Chi vive nell’amore dimora in Dio e Dio dimora in lui” (1 Gv)

Sotto area: “Meditazione”

Tema: “Contributi sulla Meditazione”

 

C) Incontro con il Vangelo di Luca:

 

GESÙ E I POVERI

 

Nell’incontro precedente dicevamo che i segni del Regno di Dio che viene, i segni che mostrano il volto inimmaginabile di Dio... sono quelli che Gesù manifesta tra malati, poveri e peccatori. I gesti e le parole che Gesù rivolge loro, raccontano il cuore di Dio, del suo Abbà. Oggi fisseremo la nostra attenzione sull’incontro di Gesù con i poveri e quindi sul rapporto di ciascuno di noi con i beni della vita.

C) Incontro con il Vangelo di Luca:

GESÙ E I MALATI

Il nostro itinerario nel Vangelo di Luca è iniziato con un incontro assolutamente particolare, quello tra Gesù e il Battista. Riprendiamo un passaggio molto importante. Il Battista si trova in carcere e sente le prime notizie che riguardano Gesù e la sua attività. Esse suscitano la perplessità di Giovanni, che manda a chiedere dai suoi seguaci: «Sei tu colui che viene, o dobbiamo aspettare un altro?»

C) Incontro con il Vangelo di Luca:

Gesù e i discepoli

Nel nostro itinerario attraverso il Vangelo di Luca, il primo personaggio che ci ha raccontato il suo incontro con Gesù, è stato Giovanni il Battista. Proprio da qui il Signore ha mosso i primi passi della sua vita pubblica ed ha manifestato al mondo la verità del Regno di Dio: la cura appassionata per la vita degli uomini.

A modo di sintesi raccogliamo la solenne proclamazione nella sinagoga di Nazaret:

Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione, e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; per rimettere in libertà gli oppressi, e predicare un anno di grazia del Signore. Lc 4,18-19

Pagina 3 di 9