Mercoledì, 23 Aprile 2014
Sabato 28 Agosto 2010 15:08

Conoscere se stessi per conoscere Dio

Valuta questo articolo
(25 voti)

Presentazione

di Padre Franco Gioannetti

 

“Nessuno può conoscere Dio se non ha prima conosciuto se stesso”  (Filocalia)
“Colui che ha preso coscienza del suo peccato è superiore a colui che ha visto gli angeli” (S. Isacco il siro, sentenze, 50)

 Per conoscere se stessi è necessario ricordare, andare alla ricerca del passato, ripercorrere i sentieri della vita, incontrare le radici dell’io, guardare in profondità se stessi, perché lì è il luogo della presenza di Dio.  Infatti, come dice S. Agostino:
“Dio mi è più intimo del mio stesso intimo”
E’ necessario prendere in seria considerazione la necessità della conoscenza di sé per intraprendere il cammino verso il Signore. Questo richiede la nostra disponibilità a prenderne coscienza.  Solitamente questo cammino di conoscenza viene indicato con l’espressione:  “ritorna al tuo cuore”

Cammino:

Il Sacramento della Confessione ci è stato donato per aiutarci a "ritornare al proprio cuore", qui di seguito ti proponiamo:


Ultima modifica Domenica 01 Gennaio 2012 11:20
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini