Lunedì, 25 Settembre 2017
Famiglia Giovani Anziani
Lunedì 23 Maggio 2011 09:57

Quando la comunicazione è nemica dell'educazione

Pubblicato da Marco Galloni

Il titolo del convegno organizzato da Dimensione Speranza per il 27 maggio 2011, “Educare nella società della comunicazione” (vedi locandina), non è poi così esplicito come a prima vista potrebbe sembrare.

La maggiore o minore cordialità e affabilità che riscontriamo nel prossimo è uno dei sintomi più indicativi circa i nostri rapporti con lo stesso

Forse sono un po’ sorpassato, ma ricordo che nella mia giovinezza, dopo Pasqua, il sacerdote passava a benedire le case e le famiglie. Erano altri tempi ma ben pochi non aprivano la porta e non accoglievano il sacerdote.

Assieme alla scoperta del valore del proprio corpo, alla necessità e al piacere di curarlo e, in qualche modo, conoscerlo, emerge anche la scoperta delle proprie reazioni di fronte agli avvenimenti e l'esperienza dolorosa del tempo...

Tu sei stato piccolo e ora sei grande, e sai che la camera è testimone della nostra vita, delle gioie e dei dolori, delle stanchezze e dei sogni. La camera raccoglie il nostro corpo come il figlio una mamma.

...Oggi le cucine delle case moderne sono molto piccole, si riducono ad angoli cottura, e tutto ciò impedisce una serie di gesti e di tempi da dedicare alla preparazione del cibo e al suo consumo insieme...

Il problema educativo emerge quando ci sta a cuore qualcuno con gratuità e affetto. Come sanno bene una mamma, un papà, un amico, un fratello che sono diventati tali perché a loro volta hanno ricevuto gratuità ed affetto. Non accade più tendenzialmente essendo incrinata nel nostro tempo la grande tradizione umanistica e quasi scomparsa la cultura contadina, essendo tutto mercificato e banalizzato, essendo smarrito il senso di un Dio che è Padre.

Sabato 12 Marzo 2011 09:15

La coppia scoppia, un matrimonio su due si rompe

Pubblicato da Elettra Pepe

«E vissero felici e contenti». Un lieto fine, buono per le fiabe, che nel terzo millennio appare decisamente demodé. A meno che non si aggiunga una postilla: felici e contenti, certo, ma ognuno per i fatti suoi. È quanto emerge dai dati sulle separazioni nel primo semestre del 2010: quattro matrimoni su dieci si sfasciano. 

Recentemente la Corte di Cassazione ha proposto di rivedere l’attuale normativa sulle adozioni introducendo l’idea che, in particolari circostanze, si possa ampliare l’ammissibilità dell’adozione di minori anche a una singola persona.

Pagina 10 di 37

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito