Mercoledì, 13 Dicembre 2017
Bailamme
Bailamme

Bailamme (108)

Lunedì 01 Novembre 2004 21:02

Porte chiuse (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Nel mattino di Pasqua si frangono le barriere. La pietra del sepolcro è spazzata via, le porte del cenacolo - nonostante siano sprangate - non impediscono l’accesso al Cristo risorto. Non esistono più porte chiuse.

Lunedì 01 Novembre 2004 21:00

Il dolce nome (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Mentre il virus della polmonite atipica – presto ribattezzato sindrome Sars Giuliani – si diffondeva nell’Estremo Oriente (e nell’Occidente il timore, la paura, l’angoscia ed il terrore) una notte sognai di un’altra malattia.

Lunedì 01 Novembre 2004 20:58

Le guerre e la menzogna (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Per cercare di sradicare la guerra bisogna considerare quanto sia radicata in noi la cultura della violenza e della guerra. Una cultura che si snoda per millenni e che ha fatto della paura ("homo hominis lupus") e della menzogna ("la pace è guerra") i suoi cardini.

Lunedì 01 Novembre 2004 20:56

La rabbia e la speranza (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Gli imperi si succedono e crollano / ruzzolano inciampando in piccoli grani di sabbia / nello schianto o nel lungo piagnisteo / cadono nella polvere tra l'esultanza delle genti.

Lunedì 01 Novembre 2004 20:53

Natale (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Natale è il giorno della memoria.
Si ricorda un bambino nato duemila anni fa.

Secondo una leggenda ebraica, il mondo deve la sua esistenza a 36 uomini giusti. Se non restasse in vita neanche uno di questi uomini giusti, il mondo sarebbe immediatamente condannato alla distruzione.

Domenica 31 Ottobre 2004 18:29

Un antico racconto (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Un antico racconto ci narra
di un cielo nuovo e di una nuova terra
ove le lacrime versate saranno finalmente asciugate.

Domenica 31 Ottobre 2004 18:27

La missione (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

E’ questa la più grande testimonianza che possiamo rendere, la missione che il mondo si attende da noi. Una parola di vita. Quella parola di vita che il mattino di pasqua esce dal sepolcro ed illumina la notte dei discepoli affranti.

Domenica 31 Ottobre 2004 18:25

Per mille anni ancora (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Insiste. Tra pochi giorni la fine del mondo distruggerà ogni cosa. Me lo dice al mattino, appena c’incontriamo. Nostradamus l’ha previsto. Non ci resta che rassegnarci ed aspettare. Mi chiede anche che tipo di morte preferirei. Per quanto lo riguarda, preferirebbe la morte nel sonno. Ma siccome sa bene che non sarebbe una morte da fine del mondo, se si potrà scegliere lui opterebbe per la morte per acqua.

Pagina 8 di 12

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news