Sabato, 18 Novembre 2017
Cultura e Spiritualità
Cultura e Spiritualità

Cultura e Spiritualità (63)

Il papa eletto si trova di fronte ai drammi dell’uomo contemporaneo. Manca la fede in quest’uomo perché rifiuta di essere la guida della Chiesa di Roma? È da infedeli fare i conti con i propri limiti?

Il film si riferisce al periodo che precede il rapimento e poi l’esecuzione dei sette monaci trappisti di Tibhirine, durante la primavera del 1996, quando il cerchio si stringeva poco a poco intorno ai religiosi francesi.

Mercoledì 27 Aprile 2011 17:54

Il giornale d'un curato di campagna (Leili Anvar)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Il 'Giornale d’un curato di campagna' è il romanzo più profondamente cristiano e più intensamente umano che mi è stato possibile leggere. Cristiano nel senso che qui tutte le possibilità della fiction sono messe al servizio della maniera con cui Bernanos vive il messaggio cristiano e umano...

Domenica 20 Febbraio 2011 23:36

Hadewijch – Il film (Fausto Ferrari)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Céline è una giovane ragazza che aspira ad una vita radicalmente votata a Dio. Sta vivendo un periodo di prova presso un monastero, ove vorrebbe prendere l’abito col nome di Hadewijch. Si sottopone a continue privazioni sia per quanto riguarda il cibo che la cura di sé.

Giovedì 03 Febbraio 2011 21:23

L'immagine (Luigi Novelli)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Il tema iconografico sovente si riduce ad un problema di storia dell'arte, specificatamente dell'arte religiosa bizantina, ovvero di un fenomeno artistico che sopravvisse a se stesso ed è tuttora osservabile specialmente nel suo rampollo russo.

Domenica 02 Gennaio 2011 20:27

Fra Angelico. Il pittore degli angeli (Paule Amblard)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Colui che fu innanzi tutto il ”frate Giovanni”, predicò, con l’aiuto del suo pennello, la povertà assoluta e l’ascetismo, conformi alle virtù dell’ordine domenicano, un’arte novatrice, tutta centrata in Cristo.

Le icone del venerabile Andrej Rublëv contengono una forza di spiritualità e di grazia tale da costringere incessantemente a contemplarle, a meditarle, a comunicare interiormente e spiritualmente con esse. Quando consideriamo gli eventi o i personaggi biblici raffigurati nell'iconografia di Andrej Rublëv, vi scorgiamo un duplice strato: la presentazione che ne dà la Bibbia e la rappresentazione che ne fornisce l'iconografo.

Sabato 13 Marzo 2010 21:35

Rosa e dinamite (Heinrich Böll)

Pubblicato da Fausto Ferrari

Ad oltre 50 anni dalla pubblicazione riteniamo utile riproporre un breve testo dello scrittore tedesco Heinrich Böll, premio Nobel per la letteratura, riguardante il rapporto tra la fede cristiana e letteratura.

Mercoledì 12 Marzo 2008 00:21

Il mio nome è Nessuno (Marco Galloni)

Pubblicato da Fausto Ferrari

È possibile, fatte le dovute distinzioni, trovare non poche somiglianze tra l’Odissea e la Bibbia, se non nel genere letterario certamente in alcune delle tematiche affrontate.

Spazio sacro. Tempo mistico. L'arte e l'architettura come ponti fra origine e destino per dire l'«oltre».

L’aspetto degno dell’arte dell’agiografo sta nel fatto d’ottenere (se l’ottiene) di narrare tramite la sua iconografia la verità evangelica nel mondo, non semplicemente di raffigurare il mondo senza l’influenza in esso della Grazia Divina.

Il Dio biblico sta nella domanda di redenzione, molto più che nelle eterne strutture dell'essere. Il contemplante riconoscimento della presenza dell'Armonia nel mondo è il sacro, la fede è la dolorosa consapevolezza dell'assenza dell'Armonia dal mondo.

Pagina 5 di 6

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news