Domenica,04Dicembre2016
Lunedì 05 Maggio 2014 15:37

In Egitto sarebbe stata rinvenuta una delle più antiche rappresentazioni di Gesù

Valuta questo articolo
(2 voti)
In Egitto sarebbe stata rinvenuta una delle più antiche rappresentazioni di Gesù

In Egitto sarebbe stata rinvenuta una delle più antiche rappresentazioni di Gesù.

Un’équipe di egittologi spagnoli avrebbe scoperto, in una tomba paleocristiana risalente al VI secolo, situata a 160 chilometri a sud del Cairo, quella che potrebbe essere la più antica rappresentazione di Gesù: il dipinto di un giovane uomo con i capelli ricci e che indossa una corta tunica con la mano alzata, come per benedire. Alcune iscrizioni copte contornano l’immagine, dipinta sulla parete di una cripta, in una struttura sotterranea lunga 8 metri e profonda 4 metri.

L’équipe che ha trovato la tomba, composta da membri della società catalana di Egittologia presso l'Università di Barcellona è guidata dall'archeologo spagnolo Josep Padro. Sta conducendo scavi nell'antica città copta di Ossirinco, una delle capitali regionali dell'Antico Alto Egitto. Più di 45 tonnellate di pietra sono stati spostate per raggiungere il "tesoro nascosto".

Secondo gli archeologi, alcuni preti ed uno scriba sono stati sepolti nella tomba ove sono stati ritrovati i dipinti. «Le pareti sono ricoperte da 5-6 strati di pittura ed il più antico corrispondente al periodo dei primi cristiani copti», ha detto il professor Padro.

Gli scavi continuano. Altre strutture legate alla tomba sotterranea sono in corso di esplorazione (foto Università di Barcellona).

traduzione dal francese di Fausto Ferrari

(tratto da http://www.fait-religieux.com)

 

Ultima modifica Martedì 18 Novembre 2014 14:21
Fausto Ferrari

Fausto Ferrari

Religioso Marista
Area Formazione ed Area Ecumene; Rubriche Dialoghi, Conoscere l'Ebraismo, Schegge, Input