Sabato,10Dicembre2016
Sabato 26 Giugno 2004 10:44

Introduzione alla spiritualità marista (P. Franco Gioannetti) Diciassettesima Parte

Valuta questo articolo
(0 voti)
 

Spiritualità Marista 
di Padre Franco Gioannetti





La famiglia di Nazaret una ispirazione e un modello
(Diciasettesima parte)


Abbiamo fin qui visto alcune linee portanti della spiritualità marista.


Ora rifletteremo su una icona molto cara al P. Colin: la famiglia di Nazareth



Iniziamo con una esposizione orientativa sul tema che è opera di don Carlo Morandin, monaco benedettino dell’abbazia di Subiaco.



IL "MISTERO DI NAZARETH"


Parte del grande mistero di Cristo



La vita della famiglia di Nazareth appartiene alle realtà della Bibbia. Il suo "interno " è comprensivo di ulteriori realtà bibliche: incarnazione, natività, epifania, vita nascosta. Il suo "contesto" sono la pienezza dei tempi: gli ultimi tempi in atto, cioè presenti nella storia. Sono i tempi della comunicazione e manifestazione plenaria e definitiva di Dio nella persona di Cristo.


Tali "realtà" altro non sono che le fasi di una realizzazione sempre più perfetta dell'unico mistero di Cristo, la cui concretizzazione storica si svolge come per abbozzi successivi. Il succedersi "storico" della realizzazione concreta indica che i fatti antecedenti sono preparazione, annunzio, prefigurazione dei susseguenti. Nessuna fase della rivelazione divina è separata dall'altra; il loro succedersi non è caotico ma ordinato. Si tratta di una economia, di un piano i cui diversi momenti storici appartengono all'unica opera salvifica di Dio perfettamente adempiuta nel mistero di Cristo. E poiché tutte le realtà di cui parla l'Antico Testamento si realizzarono nella vita storica di Cristo, ogni momento di quest'ultima appartiene all'unica e sempre presente economia di salvezza.


Così la rivelazione evangelica è stata preparata dal grande "Avvento" storico: la chiamata di Abramo da parte di Dio per farne il capostipite di un grande popolo, le vicende dei Patriarchi, la mediazione di Mosè e il grande Esodo storico, la predicazione dei profeti che prepara Israele a ricevere il Messia-Salvatore. I "tempi forti" della storia della salvezza si collocano nella storia dei secoli dell'"attesa", fino all’avvento di Cristo, i cui anni di vita nascosta appartengono allo stesso mistero della sua Pasqua e dono dello Spirito.


Ultima modifica Giovedì 22 Luglio 2004 15:54

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito