Mercoledì, 18 Ottobre 2017
Domenica 19 Settembre 2004 19:12

Lui (Fausto Ferrari)

Valuta questo articolo
(1 Vota)

Lui sorride timoroso, allarga le braccia, come per giustificarsi. Non ha nulla da dare in cambio: chiede ospitalità.

Nei suoi riguardi noi siamo diffidenti: proviene da un paese straniero, non ha documenti e forse sotto il vestito nasconde i segni della peste. Non facciamo altro che rinnovargli una indifferente ostilità. Abbiamo paura di essere assaliti, malmenati, violentati, assassinati... Chiudiamo le orecchie, il cuore, le mani. Non possiamo fidarci. Bisogna respingerlo, allontanarlo. Non possiamo fidarci...

Ma nella notte stride la civetta.

Fausto Ferrari

 

Ultima modifica Martedì 22 Maggio 2012 13:22
Fausto Ferrari

Fausto Ferrari

Religioso Marista
Area Formazione ed Area Ecumene; Rubriche Dialoghi, Conoscere l'Ebraismo, Schegge, Input

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito