Venerdì, 21 Novembre 2014
Visualizza articoli per tag: Chiese Oriente Cristiano
Domenica 26 Ottobre 2014 17:34

Memoria eterna

(patriarca Pavle di Serbia

†15.11.2009)

 

A un anno dalla dipartita del "piccolo" grande patriarca Pavle di Serbia, riproponiamo una sua meravigliosa omelia pasquale che abbiamo recentemente tradotto.

Ecco alcune delle cose che egli disse:

"Se Cristo non è risorto e non ha conquistato la morte, allora non c'è vita a restare è solo assurdità e una fame insoddisfatta di vita e amore".

"Lasciare una persona senza la fede nella Risurrezione equivale a ucciderla, perché significa renderla insensata, disumanizzandola".

"Chiunque pensi più profondamente a questo realizzerà che l'unico vero progresso è quel progresso che porta al Regno dei Cieli e al Cristo Risorto. Ogni altra cosa è semplicemente un piccolo giro sotto la mola del "mulino della morte". Ogni altra cosa affatica lo spirito umano quali terribili peregrinazioni nelle vie del nonsenso".

"Il giovane vigore della Cristianità è espresso nel fatto che i discepoli e gli apostoli di Cristo sono quasi tutti giovani. Non è per caso ma per Divina Provvidenza che Cristo, il Dio-uomo, sopporta la Sua Passione salvifica precisamente in età giovanile, al fine di mostrare che la fede cristiana è una fede di giovani".

"I giovani respingono i falsi valori offerti loro dalle famiglie e aspirano a vivere la Verità, mostrando un'incorruttibilità del senso e del sentimento che contraddistingue la vera vita da un'esistenza vuota e dall'ipocrisia. In entrambi i casi i giovani si ribellano per una buona ragione: da un lato contro la vuota realizzazione di costumi rituali senza comprendere il significato profondo della Fede; da un altro, contro l'illusione che il progresso sia possibile per chi rifiuta Dio e accetta la morte e il niente come suo ultimo destino. Questa ribellione creativa dei giovani nella Chiesa è simile alla rivolta di Cristo, il Dio-uomo, contro la tirannia della morte sulla creazione di Dio. La rivoluzione salvifica i Cristo e la Sua vittoria per mezzo della morte sulla Croce e la Risurrezione ha distrutto la morte e scardinato le porte degli inferi".

"Soltanto il Cristo Risorto possiamo offrire ai nostri giovani, poiché Egli è l'unico valore degno dei nostri giovani".

 

Per leggere l'omelia per intera, cliccare sul link qui sotto.

"L'unico senso dell'esistenza per i giovani è la Risurrezione di Cristo" (patriarca Pavle di Serbia [2009†])

  

Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA: "Altre forme di preghiera"

 

 

 

 

 

Pubblicato in La Preghiera

Ciò che l’uomo moderno non capisce, ciò a cui è diventato sordo e cieco, è la fondamentale visione cristiana della morte secondo la quale la morte biologica o la morte fisica non è la morte intera, non è neanche la sua essenza ultima.

Pubblicato in Chiese Cristiane

Nel suo viaggio in Terrasanta il Papa si è recato a Gerusalemme per l’incontro col Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo. Nella Delegazione Apostolica si è svolto l’incontro privato e la firma di una Dichiarazione congiunta il cui testo è riportato di seguito:

Pubblicato in Ecumenismo
Sabato 17 Maggio 2014 09:47

La discesa agli inferi (Ilarion Alfeyev)

La discesa di Cristo agli inferi è uno degli eventi più misteriosi ed enigmatici nella storia del Nuovo Testamento.

Pubblicato in Chiese Cristiane

Il monastero di Mor Gabriel è almeno 400 anni più antico dei monasteri costruiti sul Monte Athos in Grecia ed è conside­rato come una "seconda Gerusalemme" dalla Chiesa Siriaca.

Pubblicato in Chiese Cristiane
Pagina 1 di 18