Martedì, 07 Aprile 2020
Visualizza articoli per tag: Dialogo Interreligioso

In ogni epoca si sono avuti incontri interculturali e interreligiosi ma casuali o inconsapevoli o dettati da interessi economici. Raimon Panikkar, di padre indiano e madre catalana, ha sempre ritenuto che l'incontro interculturale e il dialogo interreligioso sono qualcosa di necessario, in direzione di una profonda e integrale conversione dell'uomo che si apre all"'altro" con un atteggiamento umile, rispettoso e intenzionalmente accogliente.

Pubblicato in Dialoghi
Mercoledì 01 Settembre 2004 22:29

Ateismo per la fede

di Rowan Williams
(Arcivescovo di Canterbury)

Discutere di quello in cui gli altri non credono aiuta il dialogo tra le tre religioni abramitiche.

Non per nulla Olivier Clément, teologo ortodosso francese, scrisse sulla "purificazione grazie all'ateismo". Arrivare a credere con convinzione in un certo tipo di Dio può costituire il passo più importante nella direzione del vero Dio.

Ciò che vorrei suggerire specificamente a proposito del dialogo tra le fedi mondiali è che noi passiamo più tempo a guardare quello che le altre religioni non credono. Qualche anno fa, un teologo americano scrisse un libro sulla dottrina cristiana sotto forma di enunciazioni di ciò che non è oggetto di fede. Che cosa il cristianesimo rifiuta a proposito di Dio e di Cristo? Mi chiedo se lo stesso metodo non possa essere illuminante nel nostro sguardo sulle diverse religioni. Come nel caso dell'ateismo generalmente noi impariamo ciò a cui siamo o non siamo realmente vincolati, così nel dialogo o nel trialogo o altro tra le fedi potremmo riuscire a imparare dalle rispettive non-credenze, per essere purificati" dall'incontro e dalla disamina dei rifiuti, cioè degli "ateismi", delle rispettive opinioni.

Pubblicato in Dialoghi
Venerdì 06 Agosto 2004 23:52

Quando Dio si invita

di Jean-Paul Guetny

Per le religioni abramitiche l’ospitalità è un dovere sacro: colui che viene accolto, rappresenta Dio. Come lo straniero, non si sa da dove Egli viene, "Egli chiede di essere accolto incondizionatamente, è portatore di un messaggio mai prima ascoltato né sperato…".

Pubblicato in Dialoghi
Giovedì 15 Luglio 2004 01:23

Il volto nero di Dio (Marcelo Barros)

Un aspetto fondamentale del cammino di fede delle comunità cristiane di base latinoamericane è stato il loro riappropriarsi della Bibbia. Oggi i poveri meditano la Parola di Dio e l'avvertono non più come una legittimazione dell'oppressione e della sofferenza (come durante il passato colonialista), bensì come chiamata di Dio alla libertà e alla pienezza di vita. Questa diversa lettura aiuta a comprendere che - come diceva il vescovo Oscar Romero parafrasando Sant'Ireneo di Lione - "la gloria di Dio è garantire la vita e la dignità dell'oppresso" e non solo celebrare belle liturgie

Pubblicato in Dialoghi

abuna Vincent Donati
El Obeid (Sudan)

Sono un missionario cattolico della congregazione salesiana; ora lavoro qui a El Obeid tra giovani in maggioranza musulmani. Mi trovo a pieno agio, siamo amici. Ho 75 anni di cui 30 passati in Giappone e Corea e 23 in Africa: ho conosciuto altre religioni, soprattutto il buddismo. Penso che Maometto sia stato veramente un genio religioso e sociale, e che tutta la cultura araba è arrivata a grandi altezze per merito suo. Poche culture sono arrivate a così grande raffinatezza come quella araba e questa ha relazioni vitali con la cultura occidentale.

Pubblicato in Dialoghi
Pagina 16 di 20

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news

per contattarci: 

info@dimensionesperanza.it