Domenica, 17 Dicembre 2017
Martedì 19 Marzo 2013 23:52

Un abbraccio storico tra la Chiesa Orientale e la Chiesa Occidentale (P. Fadi Rahi, C.Ss.R.)

Valuta questo articolo
(1 Vota)

Sin dalla prima giornata pontificale, Papa Bergoglio ha colpito credenti e non credenti nel mondo intero ma anche ha colpito il Patriarca Patriarca Bartolomeo I.

 

Nel 1054 è stato il grande scisma tra l’Oriente e l’Occidente cioè l’anno in cui la Chiesa è stata divisa fra Chiesa Cattolica e Chiesa Ortodossa. Durante questo millennio passato ci sono stati nella storia delle due Chiese periodi freddi e caldi, periodi di conflitti e d’amicizia, periodi di condivisione e di divisione e periodi di comunione e di scomunica.
La Chiesa in Oriente dopo lo scisma è stata chiamata la Chiesa Ortodossa invece quella dell’Occidente è stata chiamata la Chiesa Cattolica. All’inizio del settecento, tanti missionari Occidentali sono stati inviati in Oriente per evangelizzare, e il frutto della loro evangelizzazione era la nascita di varie Chiese Orientali Cattoliche.
Il 13 marzo 2013 è stata una giornata storica per la Chiesa Cattolica Universale nell’elezione del nuovo vescovo di Roma, Sua Santità Francesco I. Sin dalla prima giornata pontificale, Papa Bergoglio ha colpito credenti e non credenti nel mondo intero ma anche ha colpito il Patriarca Universale della Chiesa Ortodossa, il Patriarca Bartolomeo I, che ha deciso di partecipare personalmente all’ingresso solenne del nuovo Sommo Pontefice. È stata una decisione storica perché mai nella storia della Chiesa Cattolica ha partecipato il Patriarca Universale Ortodosso dal 1054.
Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo I hanno testimoniato alla Chiesa Universale dichiarando che la Chiesa di Dio è quella che crede e testimoni lo stesso Gesù sofferto, morto e risorto. L’incontro fra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Ortodossa è stato grazia di Dio nella Quaresima per la sua Chiesa, è stato un dono di Gesù per i suoi fedeli ed è stato una virtù dello Spirito Santo per ogni persona crede nella Trinità.
Quasi dopo mille anni di divisione tra le due grandi Chiese, tante persone ieri e oggi chiedevano le stesse domande: Quando la Chiesa di Dio sarà una sola? Perché ci sono varie Chiese se Gesù Cristo è lo stesso? Che testimonianza diamo agli altri nella nostra divisione? Quando verrà il giorno in cui festeggeremo l’unità della Chiesa Universale? È possibile che 2054 ritorni il legame tra la Chiesa Ortodossa e la Chiesa Cattolica? Questo gran passo da parte del Patriarca Ortodosso può essere un inizio per l’unità nella fede e nella storia? Gesù è contento vedendo la Sua Chiesa divisa? Se la nostra fede nella Trinità è una, allora perché questa divisione?
Speriamo e preghiamo insieme affinché tutte le Chiese separate, clero e fedeli possano un giorno arrivare alla piena unità della Chiesa sull'esempio dell’unità della SS.ma Trinità.

P. Fadi Rahi, C.Ss.R. 

 

Ultima modifica Martedì 30 Novembre 1999 01:00
Fausto Ferrari

Fausto Ferrari

Religioso Marista
Area Formazione ed Area Ecumene; Rubriche Dialoghi, Conoscere l'Ebraismo, Schegge, Input

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news