Oggi è 28/02/2017, 13:15

LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Di tutto un pò...

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi m.galloni » 28/03/2012, 9:56

Grazie per l’intervento, Eugenio. Evidentemente qualcosa sta cambiando nell’atteggiamento della chiesa verso gli omosessuali. E a quanto pare i principali fautori di questo cambiamento sono i gesuiti. Il cardinal Martini, di cui tu riporti l’autorevole opinione, è un gesuita. Lo sono anche padre Bartolomeo Sorge, direttore del mensile “Aggiornamenti Sociali”, e i redattori della rivista. Sul numero di giugno 2008, Sorge e i suoi collaboratori pubblicarono un articolo, lungo oltre venti pagine, che rappresenta un sorprendente atto di apertura nei confronti degli omosessuali. Filippo Di Giacomo lo ha definito, su ”l’Unità” dell’11/03/2012, “l’unica piattaforma giuridica esistente in Italia per le coppie conviventi, anche dello stesso sesso”. Nell’articolo si leggono affermazioni di questo tenore: “Il riconoscimento giuridico, quale presa d’atto di relazioni già in essere, trova la sua giustificazione in quanto concorre alla costruzione del bene comune. Prendersi cura dell’altro stabilmente è contributo alla vita sociale”. Nell’articolo i gesuiti di “Aggiornamenti Sociali” prendono inoltre di petto due degli argomenti più utilizzati da quanti vedono come fumo negli occhi le relazioni omosessuali, e cioè l’omosessualità come scelta (colpevole) e il pericolo che il riconoscimento delle coppie gay rappresenterebbe per la famiglia tradizionale. Scrive Carlo Casalone, vicedirettore della rivista: “La persona riferisce di scoprirsi omosessuale senza volerlo e quasi sempre in modo irreversibile. Il compito dell’etica non sta quindi nell’insistere per modificare questa organizzazione psicosessuale, ma nel favorire per quanto possibile la crescita di relazioni più autentiche nelle condizioni date”. Quanto alla minaccia per la famiglia tradizionale, si legge ancora nell’articolo: “La centralità sociale del matrimonio è collegata al compito della generazione ed educazione di nuovi individui. Pare difficile che riconoscere alcuni diritti fondati su una continuità di una convivenza e di una relazione affettiva possa portare a una svalutazione della famiglia tradizionale o a una rivoluzione sociale”. Per i gesuiti di “Aggiornamenti Sociali” la richiesta degli omosessuali per ottenere il riconoscimento legale trova sostegno nell’articolo 2 della Costituzione “il quale prescrive che alla persona debbano essere riconosciuti diritti inviolabili e imposti doveri inderogabili sia come singolo sia nelle formazioni sociali in cui si svolge la sua personalità”.

Marco
m.galloni
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 14/12/2009, 11:13

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi eugenio m. » 06/05/2012, 21:01

36639. ROMA-ADISTA. È una Chiesa fedele al Vangelo e non al Magistero quella disegnata, o sognata, da don Gino Rigoldi, storico cappellano del carcere minorile “Beccaria” di Milano, che affida ad un volume da poco pubblicato dalle edizioni Paoline (Io cristiano come voi, pp. 124, euro 12) le sue riflessioni critiche, ma «motivate dall’amore», nei confronti di una Chiesa «che cammina qualcuno direbbe per tradizione, io direi – spiega – per inerzia
I nodi sono molti – dal magistero sulla famiglia e la sessualità all’uso dei beni e dei patrimoni, dalle gerarchie ecclesiastiche all’interventismo nella vita politica –, don Rigoldi ne affronta parecchi, senza voler “demolire il tempio”, ma con quella giusta dose di «obbedienza critica» e di consapevolezza che nella Chiesa «nessuno è superiore ad altri perché nessuna funzione può determinare distinzioni essenziali fra i figli di Dio», «fosse anche il papa»…………………
Interviene don Rigoldi sui temi caldi della morale sessuale: è «male il sesso praticato con violenza (e questo vale anche nel matrimonio)» ed «è un tradimento della sessualità considerare l’altro un bene di consumo come fosse una cosa», ma «un sesso praticato e motivato per amore, dove certamente è presente il desiderio, il piacere è ricercato e dove il desiderio di intimità, di donazione e di relazione è il motivo principale si può considerare un grave peccato?».
Domanda retorica. Anche per quanto riguarda le coppie non sposate e le coppie omosessuali: «Quello che tutti dovrebbero ricordare, dal papa all’ultimo cristiano, è che uomini e donne omosessuali sono come loro figli e figlie di Dio, da trattare perciò con il massimo rispetto, anche quando si ragiona sul loro comportamento sessuale. Nel pensiero comune l’omosessuale è rappresentato come dedito al consumo parossistico della sessualità, eppure anche in molte persone omosessuali esiste una pratica sessuale vissuta con amore, tenerezza, rispetto e desiderio di fedeltà e di continuità», e una «coppia omosessuale stabile» va considerata «un’unione di fatto con i diritti che devono essere riconosciuti». E «non è sbagliato pensare – aggiunge Rigoldi – che la banalizzazione della sessualità sta anche nella esagerata penalizzazione che la Chiesa cattolica ha attribuito alla pratica sessuale, tanto da provocare l’indifferenza del popolo cristiano, così da aprire le porte al sesso sventolato come sfida, caccia, successo, un luogo di liberazione dall’oppressiva regolamentazione dottrinale».
Obbedienza al Vangelo e libertà di pensiero e di parola: così si sta nella Chiesa, dice don Rigoldi. Nella comunità cristiana «è lecita e talora necessaria una critica costruttiva verso la Chiesa in generale o verso la gerarchia sia essa rappresentata dal parroco, dal vescovo o dal papa. L’obbedienza cieca ed assoluta, oltre a non essere cristiana, è anche inutile e dannosa. Direi che è anche un peccato, visto che il Maestro ci ha insegnato a cercare e a dire la verità, comoda o scomoda che sia» (luca kocci)
eugenio m.
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 01/07/2011, 14:28

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi m.galloni » 17/05/2012, 10:49

Condivido un po’ tutte le cose dette da don Rigoldi, Eugenio. L’obbedienza acritica genera mostri, non cristiani. Ciascuno, etero oppure omosessuale, sposato o no, dovrebbe indagare nel profondo della propria coscienza per cercare di capire qual è il suo rapporto con la sessualità. Generalizzare, anche e forse soprattutto in questo ambito, è pericoloso e fuorviante. La condizione di vita, di per sé, significa poco o niente: ci sono uomini sposati con tutti i sacramenti che trattano la propria moglie come un oggetto e celibi che praticano la perfetta continenza, omosessuali dediti al sesso sfrenato e promiscuo e altri fedeli e casti. È la coscienza l’arena decisiva, là dove possiamo capire, non senza sforzi e spesso con tempi lunghissimi, a chi veramente obbediamo, se a Dio oppure a princìpi che da Dio non vengono, come il desiderio di possesso, la ricerca di un edonismo sterile, il disimpegno più vile. Concordo anche sulla critica all’eccessiva importanza attribuita dalla Chiesa alla sessualità, come se la Sacra Scrittura non fosse altro che un lungo, ponderoso trattato di sessuologia, oltretutto piuttosto repressivo. La Bibbia è ben altro: è il racconto della progressiva liberazione dell’uomo da tutto ciò che lo opprime e lo sfigura, la violenza, la miseria, la schiavitù, la religione usata a scopo di potere, la malattia, la morte.

Marco
m.galloni
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 14/12/2009, 11:13

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi eugenio m. » 12/07/2012, 22:08

DALLE LETTURE DI DOMENICA SCORSA:
FRATELLI,AFFINCHE' IO NON MONTI IN SUPERBIA, E' STATA DATA ALLA MIA CARNE UNA SPINA.A CAUSA DI QUESTO PER TRE VOLTE HO PREGATO IL SIGNORE CHE L'ALLONTANASSE DA ME. ED EGLI MI HA DETTO:TI BASTA LA MIA GRAZIA; LA FORZA INFATTI SI MANIFESTA PIENAMENTE NELLA DEBOLEZZA. MI VANTERO' QUINDI BEN VOLENTIERI DELLE MIE DEBOLEZZE ECC.....
eugenio m.
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 01/07/2011, 14:28

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi m.galloni » 15/07/2012, 12:31

Perdonami, Eugenio, ma non riesco a capire cosa c'entri questo tuo ultimo intervento con l'argomento della discussione. Puoi provare a chiarire? Ti ringrazio.

Marco
m.galloni
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 14/12/2009, 11:13

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi Maria » 25/09/2012, 18:37

Quanto parlare.................rileggiamo la Genesi 1 e 2 poi discutiamo.Incarniamo il Vangelo e poi sicuramente faremo silenzio!
Maria
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 25/09/2012, 18:24

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi eugenio m. » 28/09/2012, 10:10

Cara Maria
Le faccio leggere una storia che Lei conoscerà benissimo

La storia si svolge in America e inizia quando una nota conduttrice di un programma radiofonico che si chiama dottoressa Laura Schlesinger, nata a New York nel 1947, nata da padre ebreo e da madre italiana e a quel tempo ebrea osservante – era aderente appunto all'ebraismo ortodosso – in una sua trasmissione, basandosi su Levitico 18:22, afferma che l'omosessualità è condannata come abominio dalla Bibbia e quindi non può essere tollerata in nessun caso.
Il passo è chiaro. Non c'è esegesi, non c'è possibilità di traduzione, quel passo lì è chiaro, basta leggere, si prende, si legge e fine della discussione.
Ora, qualche tempo dopo, un ascoltatore le scrive la seguente lettera:
“Cara Dottoressa Schlesinger, le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore. Ho imparato davvero molto dal suo programma, ed ho cercato di dividere tale conoscenza con più persone possibile.
Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che è un abominio. Fine della discussione. Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e su come applicarle.
Primo: Vorrei vendere mia figlia come schiava, come sancisce Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?
Secondo: Quando sull'altare sacrificale accendo un fuoco e vi ardo un toro, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Lev.1.9). Il problema è con i miei vicini: loro, i blasfemi, sostengono che l'odore non è piacevole. Devo forse percuoterli?
Terzo: So che posso avere contatti con le donne solo quando non hanno le mestruazioni (Lev.15: 19-24). Il problema è come faccio a chiederle questa cosa? Molte donne s'offendono.
Quarto: Il Levitico ai versi 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?
Quinto: Un mio vicino insiste per lavorare di Sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?
Sesto: Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è considerato un abominio (Lev. 11:10), lo sia meno dell'omosessualità. Non sono affatto d'accordo. Può illuminarci sulla questione?
Settimo: Sempre il Levitico ai versi 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all'altare di Dio se ho difetti di vista.
Devo effettivamente ammettere che uso gli occhiali per leggere… La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c'è qualche scappatoia alla questione?
Ottavo: Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Lev 19:27). In che modo devono esser messi a morte?
Nono: Ancora nel Levitico (11:6-8) viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?
Decimo: Mio zio possiede una fattoria. È andato contro Lev. 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto.
È proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarli come prescrivono le scritture?
Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Lev 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?
So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondere a queste semplici domande. Nell'occasione, la ringrazio ancora per essere così solerte nel ricordare a tutti noi che la parola di Dio è eterna ed immutata.
eugenio m.
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 01/07/2011, 14:28

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi mutter61 » 28/09/2012, 16:06

Caro Eugenio,fratello in Cristo, questo succede quando la parola di Dio viene letta solo con la luce della ragione e non con la Luce della Fede. Grazie per aver risposto.
mutter61
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 26/09/2012, 16:06

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi m.galloni » 29/09/2012, 10:40

Grazie a tutti per i vostri interventi. Purtroppo, come fa giustamente notare Mutter61, Maria legge la Bibbia nel peggior modo possibile: quello letteralista/fondamentalista (magari la leggesse con la luce della sola ragione, caro Mutter61: sarebbe già moltissimo). La maggior parte delle eresie è nata proprio da un approccio di questo tipo: Ario, che negava la divinità di Gesù Cristo, era un letteralista, e trovava nella Sacra Scrittura molti passi a supporto dei suoi errori dottrinali (cfr. Pr 8,22). Ma interpretata così «la lettera uccide», come fa notare l’apostolo Paolo. E uccide non soltanto la Bibbia stessa, l’amore, l’uomo: arriva persino a uccidere Dio. Se Gesù finisce sulla croce non è per volontà del Padre, come in molti si ostinano a credere, ma proprio perché gli scribi, i farisei e i sacerdoti di Israele – cioè l’élite del popolo eletto, i più religiosi tra gli uomini – interpretano la Scrittura alla lettera, rigidamente, con chiusura mentale. La religione (da non confondere con la fede, che è un’altra cosa) può diventare la peggior nemica di Dio.

Marco
m.galloni
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 14/12/2009, 11:13

Re: LA CHIESA VALDESE BENEDICE UNA COPPIA GAY

Messaggiodi mutter61 » 01/10/2012, 20:14

Scusi Marco ma lei ha interpretato esattamente al contrario la mia risposta.
Grazie. Maria
mutter61
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 26/09/2012, 16:06

PrecedenteProssimo

Torna a Discussioni Generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Login Form

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 101 registrato il 27/07/2014, 6:24

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite