Giovedì, 17 Agosto 2017
Martedì 15 Dicembre 2015 10:51

Carità - 2a parte: Lumen Gentium, secondo incomtro

Valuta questo articolo
(0 voti)

i Padri Conciliari avevano preso come riferimento, nel proporci "La via e i mezzi della santità", N° 42 della Lumen Gentium, i passi del Vangelo che qui Vi proponiamo e così ce li commentano:

"Perché la carità, come buon seme, cresca e fruttifichi, ogni fedele deve ascoltare volentieri la parola di Dio e, coll'aiuto della sua grazia, compiere con le opere al sua volontà, partecipare ai sacramenti ..., applicarsi alla preghiera ..., all'attivo servizio dei fratelli ...."


INTRODUZIONE

"Dio è amore, e chi stà nell'amore, sta in Dio e Dio in lui" (Gv 4,16)

Gloria ...


INVOCAZIONE DELLO SPIRITO SANTO

Dio ha largamente diffuso il suo amore nei nostri cuori per mezzo dello Santo Spirito:

4la perseveranza ci rende forti nella prova,

e questa forza ci apre alla speranza.

5La speranza poi non porta alla delusione,

perché Dio ha messo il suo amore nei nostri cuori

per mezzo dello Spirito Santo che ci ha dato. (Rm 5,4- 5)

Amen

 

LECTIO

Ant. Signore, vieni in mio aiuto

12Scelti da Dio, santi e amati, rivestitevi dunque di sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità, 13sopportandovi a vicenda e perdonandovi gli uni gli altri, se qualcuno avesse di che lamentarsi nei riguardi di un altro. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi. 14Ma sopra tutte queste cose rivestitevi della carità, che le unisce in modo perfetto. 15E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E rendete grazie! (Col 3,12-15)

 

7Rendete a ciascuno ciò che gli è dovuto: a chi si devono le tasse, date le tasse; a chi l'imposta, l'imposta; a chi il timore, il timore; a chi il rispetto, il rispetto.

8Non siate debitori di nulla a nessuno, se non dell'amore vicendevole; perché chi ama l'altro ha adempiuto la Legge. 9Infatti: Non commetterai adulterio, non ucciderai, non ruberai, non desidererai, e qualsiasi altro comandamento, si ricapitola in questa parola: Amerai il tuo prossimo come te stesso. 10La carità non fa alcun male al prossimo: pienezza della Legge infatti è la carità. (Rom 13,7-10)

 

MOMENTO DI SILENZIO E DI MEDITAZIONE PERSONALE (15/20 min)

Ora vivremo un momento di silenzio e di meditazione individuale, aiutati dai passi del Vangelo appena proclamati.

PREGHIERA LIBERA

Chi lo desidera può, sinteticamente, far partecipe l'Assemblea delle proprie riflessioni

Interventi da parte dei presenti .....

 

COMMIATO

Ant. Nella veglia salvaci Signore, nel sonno non ci abbandonare, il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace

23Manteniamo senza vacillare la professione della nostra speranza, perché è degno di fede colui che ha promesso.

24 Prestiamo attenzione gli uni agli altri, per stimolarci a vicenda nella carità e nelle opere buone. (Eb 10,23-24)

Gloria ....

Ant. Nella veglia salvaci Signore nel sonno non ci abbandonare, il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace


ORAZIONE FINALE

Tu sei Signore e dai la vita

e senza la tua Forza nulla è senza colpa.

O Spirito dell'Eterno Amore

vieni nel mio cuore, rinnovalo

e rendilo sempre più come il Cuore di Maria,

affinché io possa diventare, ora e per sempre,

Tempio e Tabernacolo della Tua Divina presenza.

Amen


Il Signore ci conceda una giornata serena e un riposo tranquillo.

Amen



(RUOLI: ConduttoreAssemblea - Lettori)

 

 

Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA:

"La Carità" in "Chiesa aperta", da "Altre forme di preghiera"


 


Ultima modifica Martedì 15 Dicembre 2015 11:57
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito