Lunedì, 21 Agosto 2017
Sabato 30 Luglio 2016 10:37

“Il Silenzio”

Valuta questo articolo
(1 Vota)

(Sap 18,14)


Quando la notte è fonda,

più luminose e belle,

lassù nel cupo cielo

scintillano le stelle.

Il mormorio dell'onda

si fa più misterioso,

par quasi sia anelo,

struggente, di riposo.

Leggera come fata

giù la rugiada scende

e posa delicatamente

su d'ogni fiore e a ogni

fil d'erba appende,

la gemma sua preziosa.

Nel bosco tra gli ontani,

s'innalza melodiosa

come solenne assolo,

accarezzante il cuore,

voce d'un usignolo:

rispondono lontani

i sussurri misteri.

 

Nella notte serena

della mia fede, anch'io,

canti d'amor gioiosi,

-come di f i1omena-

innalzo a te, mio Dio,

mentre qual misteriosa

rugiada mattutina,

nell'alma mia si posa

la grazia tua divina.

Tra gorghi e tra scogliere,

sicura e senza posa,

verso la meta amata

d'Eternità beata,

qual stella luminosa,

mi guida il tuo volere.

Dei miei desiri l'onda,

placata, alfin si tace,

toccata già la sponda

del1 ' Infinita Pace.

 

Suor Maria degli Angeli

Carmelitana Scalza 

Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA: "LA Poesia" in "Alre forme di Preghiera"

 

 

 

 

Ultima modifica Domenica 04 Settembre 2016 15:23
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito