Lunedì, 23 Ottobre 2017
Sabato 21 Agosto 2004 08:20

Salmo 25

Valuta questo articolo
(3 voti)

 
Lamentazione individuale

supplica fiduciosa di una persona

innocente perseguitata

Salmo messianico

Leggi attentamente il Salmo

 Signore, fammi giustizia:

nell'integrità ho camminato,
confido nel Signore, non potrò vacillare.

2Scrutami, Signore, e mettimi alla prova,
raffinami al fuoco il cuore e la mente.

 

3La tua bontà è davanti ai miei occhi
e nella tua verità dirigo i miei passi.
4Non siedo con gli uomini mendaci
e non frequento i simulatori.
5Odio l'alleanza dei malvagi,
non mi associo con gli empi.

 

6Lavo nell'innocenza le mie mani
e giro attorno al tuo altare, Signore,
7per far risuonare voci di lode
e per narrare tutte le tue meraviglie.
8Signore, amo la casa dove dimori
e il luogo dove abita la tua gloria.

 

9Non travolgermi insieme ai peccatori,
con gli uomini di sangue non perder la mia vita,
10perché nelle loro mani è la perfidia,
la loro destra è piena di regali.
11Integro è invece il mio cammino;
riscattami e abbi misericordia.

 

12Il mio piede sta su terra piana;
nelle assemblee benedirò il Signore.

 

    Ora leggi le righe seguenti che ti possono aiutare a comprendere meglio il salmo:

    E’ la preghiera di una persona, certa di essere innocente, che si rivolge fiduciosa al giudizio di Dio. Ha fiducia perché sa di avere camminato correttamente alla presenza del signore.

 

    E’ la preghiera di un levita che ricorda a Dio il suo amore per il tempi; è la preghiera di Israele che, tra dolori e persecuzioni, si rivolge al Signore ricordando il suo amore per il Tempio

 

In prospettiva messianica l’innocenza che si presenta sicura all’esame di dio, lo zelo per la casa del Padre, la voce di lode che benedice e rende grazie sono le prerogative di Cristo e della sua chiesa, del suo popolo rigenerato da Lui.

Se ora hai compreso la tematica del salmo rileggilo lentamente secondo le indicazioni date  della pagina fissa.

    La frase del Nuovo Testamento, a cui riferirti può essere la seguente:

    Tale era infatti il sommo sacerdote che ci occorreva: santo, innocente, senza macchia, separato dai peccatori ed elevato sopra i cieli; egli non ha bisogno ogni giorno, come gli altri sommi sacerdoti, di offrire sacrifici prima per i propri peccati e poi per quelli del popolo, poiché egli ha fatto questo una volta per tutte, offrendo se stesso. (Eb 7, 26-27)

    Conclusa la preghiera del salmo puoi concludere con la seguente colletta salmica:

    Agnello Immacolato, che nell'altare della Croce hai lavato il peccato del mondo, purifica nel fuoco dello Spirito le menti ed i cuori dei tuoi fedeli, perché possano giungere a contemplare il volto del Padre tuo.

 

Vai all'INDICE di questo Tema: I SALMI

Ultima modifica Mercoledì 26 Febbraio 2014 21:00
Altro in questa categoria: « Salmo 24 Un ritiro guidato »

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news