Venerdì, 17 Novembre 2017
Giovedì 15 Ottobre 2015 11:24

2a parte: Carità - Lumen Gentium

Valuta questo articolo
(0 voti)

dal Cap. V – Universale vocazione alla santità nella Chiesa

Nel precedente incontro abbiamo iniziato il cammino sulla carità ascoltando direttamente Gesù,

che è di certo il più ... qualificato a farlo, ma ora ascoltiamo come la voce umana più preparata ad interpretare il Suo Pensiero:

il Concilio Vaticano II!

Quanto segue vuole anche essere un'occasione per dimostrare come il Concilio Vaticano II può donarci delle scalette per momenti di riflessione e/o di preghiera e/o di .... cammino.

%%%%%%%%%%%%%%%

2a PARTE: Primo incontro

 

INTRODUZIONE

..... Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi.

14 Al di sopra di tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione. (Col 3,13-14)

Gloria ...


INVOCAZIONE DELLO SPIRITO SANTO

O Santo Spirito

Amore che procede dal Padre e dal Figlio

Fonte inesauribile di grazia e di vita

a te desidero consacrare la mia persona,

il mio passato, il mio presente, il mio futuro, i miei desideri,

le mie scelte, le mie decisioni, i miei pensieri, i miei affetti,

tutto quanto mi appartiene e tutto ciò che sono.

Tutti coloro che incontro, che penso che conosco, che amo

e tutto ciò con cui la mia vita verrà a contatto:

tutto sia beneficato dalla Potenza della tua Luce,

del tuo Calore, della tua Pace.

Amen


LECTIO

Ant. Signore, vieni in mio aiuto

1 Giov 4,16-21

16Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui.

17Per questo l'amore ha raggiunto in noi la sua perfezione, perché abbiamo fiducia nel giorno del giudizio; perché come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. 18Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore, perché il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell'amore.

19Noi amiamo, perché egli ci ha amati per primo. 20Se uno dicesse: «Io amo Dio», e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. 21Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello.

Rom. 5,5

1 Giustificati dunque per fede, noi siamo in pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo. 2Per mezzo di lui abbiamo anche, mediante la fede, l'accesso a questa grazia nella quale ci troviamo e ci vantiamo, saldi nella speranza della gloria di Dio.

Rm 13,9-10

9Infatti il precetto: Non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non desiderare e qualsiasi altro comandamento, si riassume in queste parole: Amerai il prossimo tuo come te stesso. 10L'amore non fa nessun male al prossimo: pieno compimento della legge è l'amore.

Col 3,12-15

12Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza; 13sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri. 14Al di sopra di tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione. 15E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E siate riconoscenti!

 

MOMENTO DI SILENZIO E DI MEDITAZIONE PERSONALE (15/20 min)

Ora vivremo un momento di silenzio e di meditazione individuale, aiutati dai passi del Vangelo appena proclamati. Essi erano gli stessi che i Padri Conciliari avevano preso come riferimento nel proporci "La via e i mezzi della santità", N° 42 della Lumen Gentium. Segue un breve stralcio che potete leggere individualmente:

"Dio, ha largamente diffuso il suo amore nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo ... perciò il dono primo e più necessario è la carità con la quale amiamo Dio sopra ogni cosa e il prossimo per amore di Lui.

Ma perché la carità, come ogni buon seme, cresca e fruttifichi, ogni fedele deve ascoltare volentieri la Parola di Dio e, coll'aiuto della sua grazia, compiere con le opere la Sua volontà, .... applicarsi costantemente alla preghiera, .... all'attivo servizio dei fratelli e all'esercizio di ogni virtù."

 

PREGHIERA LIBERA

Chi lo desidera può, sinteticamente, far partecipe l'Assemblea delle proprie riflessioni

Interventi da parte dei presenti .....

 

COMMIATO

Ant. Nella veglia salvaci Signore, nel sonno non ci abbandonare, il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace

Tu sei Signore e dai la vita

e senza la tua Forza nulla è senza colpa.

O Spirito dell'Eterno Amore

vieni nel mio cuore, rinnovalo

e rendilo sempre più come il Cuore di Maria,

affinché io possa diventare, ora e per sempre,

Tempio e Tabernacolo della Tua Divina presenza.

Gloria ....

Ant. Nella veglia salvaci Signore nel sonno non ci abbandonare, il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace

 

ORAZIONE FINALE

16La parola di Cristo dimori tra voi abbondantemente; ammaestratevi e ammonitevi con ogni sapienza, cantando a Dio di cuore e con gratitudine salmi, inni e cantici spirituali. 17E tutto quello che fate in parole ed opere, tutto si compia nel nome del Signore Gesù, rendendo per mezzo di lui grazie a Dio Padre. (Col 3,16-17)

Amen

Il Signore ci conceda una giornata serena e un riposo tranquillo.

Amen

(RUOLI: ConduttoreAssemblea - Lettori)

 

 

Clicca qui per andare all'INDICE di questo TEMA:

"La Carità" in "Chiesa aperta", da "Altre forme di preghiera"

 

Ultima modifica Venerdì 16 Ottobre 2015 11:04
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news