Sabato, 20 Aprile 2019
Lunedì 04 Febbraio 2019 12:36

"Gesù, ... accoglimi"

Valuta questo articolo
(0 voti)

Suor Maria degli Angeli

Carmelitana Scalza

 

Divinis Barcaiolo, Amato mio,

deh! Portami di là di questo rio!

Di là, nel regno Tuo luminoso;

di là, in Sion, città del Tuo riposo;

 

di cui le porte sono margarite,

le mura diaspro, e dove le ferite

d'un dì, brillan qual sole in suo fulgore,

che lassù, in gloria mutansi il dolore.

 

Dove non brucia sol né splende luna;

che là non non mai discende notte alcuna;

là sempre giorno è, sempre chiarore,

che luce di quel segno è sol l'Amore.

 

E là splende, di stelle incoronata,

rivestita di sol, l'Immacolata.

La in quella dolce visione di pace,

rumor non s'ode, ogni contesa tace;

 

tristezza non v'è più, non v'è più pianto,

ma sol di lode s'ode un dolce canto

al Dio Trino, di tutto Creatore,

e all'Agnello nostro Redentore.

 

Infin portami là, dolce Signore,

ove in TE trasformata e nel Tuo Amore,

io canterò quel canto misterioso

che a Te s'innalza ognor, senza riposo.

 

Su, taglia, ormai gli ormeggi alla barchetta,

sciogli le vele, deh! Partiamo in fretta;

veloci scivoliamo sopra l'onda

e, presto! Raggiungiamo l'altra sponda!

 

 

Clicca qui per andare al Tema "La poesia" in "Altre forme di preghiera"

 

 

 

Ultima modifica Lunedì 04 Febbraio 2019 12:52
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini