Domenica, 31 Maggio 2020
Lunedì 20 Gennaio 2020 10:30

“A stento possiamo immaginare le cose del mondo” (Sap. 9,16)

Valuta questo articolo
(0 voti)

 Suor Maria degli Angeli

Carmelitana Scalza

Amato mio Signore,

quando tento di ridire

quel che di Te il cor sente,

m'accorgo con stupore

che dico proprio niente.

 

Allora, del mio ardire,

ammaino la vela

e silenziosa adoro

quel che il mistero cela.

 

Ma molto più m'accoro,

se parlanmi di Te,

perché mi fa soffrire,

proprio quel non so che,

che non mi sanno dire.



Clicca qui per andare al Tema "La poesia" in "Altre forme di preghiera"



Ultima modifica Martedì 30 Novembre 1999 01:00
Giorgio De Stefanis

Giorgio De Stefanis

Esperto di comunicazione e di Marketing.
Operatore di pastorale familiare

Responsabile Area Proposte di Esperienze Formative
Rubriche Cammini di esperienze di comunicazione, Storie di donne e di uomini