Domenica, 22 Ottobre 2017
Sabato 05 Gennaio 2008 23:56

Preghiere ortodosse. Le preghiere della sera

Valuta questo articolo
(7 voti)

Preghiera al santo Spirito. Re celeste, Consolatore, Spirito della verità, che sei ovunque presente e tutto ricolmi, Scrigno dei beni e Dispensatore di vita, vieni e dimora in noi, e purificaci da ogni macchia e salva, o Buono, le nostre anime.

Preghiere ortodosse

Le preghiere della sera


 

Inizio (se c’è il sacerdote): Benedetto il nostro Dio in ogni tempo, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

E noi diciamo: Amen.

Se non c’è il sacerdote:

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, per le preghiere della tua tuttapura Madre e di tutti santi abbi misericordia di noi. Amen.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te.

Preghiera al santo Spirito

Re celeste, Consolatore, Spirito della verità, che sei ovunque presente e tutto ricolmi, Scrigno dei beni e Dispensatore di vita, vieni e dimora in noi, e purificaci da ogni macchia e salva, o Buono, le nostre anime.

Trisagio

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi misericordia di noi.

(Si ripete 3 volte, facendo il segno di Croce e prosternandosi profondamente fino alla cintola)

Gloria al Padre e al Figlio e al santo Spirito, e ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera alla Tuttasanta Trinità

Tuttasanta Trinità, abbi misericordia di noi; Signore, sii clemente con i nostri peccati; Sovrano, perdona le nostre iniquità; Santo, visita e guarisci le nostre infermità, in grazia del tuo Nome.

Kyrie, eleison (3 volte).

Gloria al Padre e al Figlio e al santo Spirito, e ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera del Signore

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo Nome, venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà, come in cielo, così sulla terra; dacci oggi il nostro pane essenziale; e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori; e non indurci in tentazione, ma liberaci dal maligno.

Tropari

Abbi misericordia di noi, Signore, abbi misericordia di noi; mancando di ogni discolpa, questa istanza a te Sovrano noi peccatori porgiamo: abbi misericordia di noi.

Gloria al Padre e al Figlio e al santo Spirito.

Signore, abbi misericordia di noi: in te confidiamo. Non adirarti all'eccesso con noi, non tenere a mente le nostre iniquità, ma guarda su di noi anche ora, qual benigno, e riscattaci dai nostri nemici; sei Tu il nostro Dio, e noi il popolo tuo, tutti opera delle tue mani, ed è il Nome tuo che abbiamo invocato.

E ora e sempre, e nei secoli dei secoli. Amen.

Spalancaci la porta della benignità, benedetta Deìpara; sperando in te non ci smarriremo; avvenga che siamo liberati per mezzo tuo dalle angustie: sei tu la salvezza della stirpe dei Cristiani.

Poi: Kyrie eleison (12 volte)

E recita queste preghiere nell’ordine seguente, con attenzione e umiltà.

Preghiera 1a, di San Macario il Grande a Dio Padre

Dio Eterno e Re di ogni creatura, che ti sei degnato di condurmi fino a quest'ora, perdonami i peccati commessi in questo giorno, in azione, parola e pensiero; purifica, Signore, la mia umile anima da ogni macchia della carne e dello spirito. Concedimi di trascorrere questa notte in un sonno pacifico, affinché, alzandomi dal mio umile giaciglio, possa essere gradito al tuo tuttosanto Nome tutti i giorni della mia vita e calpestare i nemici che mi assalgono, carnali e spirituali. Riscattami, Signore, dai vani pensieri che mi macchiano e dai desideri malvagi. Perché tuo è il Regno e la potenza, e la gloria, Padre e Figlio e santo Spirito, ora e sempre, e nei secoli. Amen.

Preghiera 2a, di Sant'Antiochio, al Signore nostro Gesù Cristo

Onnipotente, Verbo del Padre, Tu stesso sei perfetto, Gesù Cristo, per la tua grande misericordia non allontanarti mai da me, servo tuo, ma sempre riposa in me. Gesù, Buon Pastore delle tue pecorelle, non mi abbandonare agli inganni del serpente e ai desideri di satana e non lasciarmi, perché è in me il seme della corruzione. Tu dunque, Signore, Dio adorabile, Re Santo, Gesù Cristo, preservami nel sonno con la luce assidua, il tuo santo Spirito, per mezzo del quale hai santificato i tuoi discepoli. Dà anche a me, tuo servo indegno, Signore, la tua salvezza sul mio giaciglio; illumina la mia mente con la luce dell’intelligenza del tuo santo Vangelo, la mia anima con l'amore della tua Croce, il mio cuore con la purezza della tua parola, il mio corpo con la tua passione impassibile, il mio pensiero preservalo con la tua umiltà e rialzami, a tempo opportuno, per la tua glorificazione. Perché sei sommamente glorificato con il tuo Padre aprimordio e con il tuttosanto Spirito nei secoli. Amen.

Preghiera 3a, al Tuttosanto Spirito

Signore, Re Celeste, Consolatore, Spirito della verità, dimostra la bontà del tuo cuore e abbi misericordia di me, tuo servo peccatore, e rimetti e perdona a me indegno tutti i peccati che in questo giorno ho commessi come uomo, o piuttosto non come uomo, ma ancor peggio di una bestia, peccati volontari e involontari, conosciuti e sconosciuti, a causa della mia giovinezza e di una scienza malvagia, e quelli che appartengono all'impudenza e all'accidia. Se ho giurato per il tuo Nome, o l'ho bestemmiato nei miei pensieri; se ho rimproverato qualcuno; se l'ho calunniato nella mia ira; se l'ho rattristato, o se mi sono adirato per qualcosa; se ho mentito; se ho molto dormito; se ho disprezzato il povero che veniva da me; se ho rattristato il mio fratello, se ho litigato o se ho giudicato qualcuno; se mi sono vantato o inorgoglito o incollerito; se, mentre stavo in preghiera, la mia mente si è mossa tra le malignità di questo mondo; se ho avuto pensieri di depravazione; se ho mangiato e bevuto all’eccesso; se ho riso stoltamente; se ho pensato malignità; se vedendo la bellezza altrui sono stato piagato nel cuore; se ho detto cose empie; se ho riso del peccato del mio fratello, pur avendo innumerevoli peccati; se ho trascurato la mia preghiera, o se ho commesso qualche altro male di cui non mi ricordo, e se ne ho commessi ancor di più, abbi misericordia, mio Creatore e Sovrano, di me tuo servo indegno e indolente e concedimi perdono e remissione, perché sei Buono e Amico degli uomini; cosicché mi corichi in pace, mi addormenti e riposi, io il debosciato, il peccatore e miserabile, e adori, canti e glorifichi il tuo onorabilissimo Nome, con il Padre e l'unigenito suo Figlio, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera 4a, di San Macario il Grande

Cosa ti offrirò o cosa ti renderò, grande Donatore, Re immortale, Signore generoso e Amico degli uomini, visto che, mentre sono stato pigro nel compiacere a te e nulla di buono ho fatto, tu mi hai condotto alla fine di questo giorno che è trascorso, edificando la conversione e la salvezza dell'anima mia? Sii misericordioso con me peccatore e spoglio di ogni opera buona, rialza la mia anima caduta, macchiata di smisurati peccati. Togli da me ogni pensiero malvagio di questa vita visibile. Perdonami i miei peccati, tu il solo senza peccato, perché ho peccato contro di te in questo giorno, consapevolmente e inconsapevolmente, con la parola e l'opera, con il pensiero e con tutti i miei sensi. Tu stesso, coprendomi, preservami da ogni assalto dell'avversario con la tua forza Divina e con l'ineffabile potenza del tuo amore per gli uomini. Purificami, Dio, dalla moltitudine dei miei peccati. Dimostra il tuo Beneplacito, Signore, per liberarmi dalle reti del maligno e salva la mia anima passionale, e fa' brillare su di me la luce del tuo volto quando verrai nella gloria, e fa' che ora mi addormenti con un sonno senza condanna, e senza fantasticherie, e mantieni senza turbamento il pensiero del tuo servo, respingi da me ogni azione satanica, e illumina gli occhi intelligibili del mio cuore, così che io non dorma nella morte. E mandami un Angelo di pace, custode e guida della mia anima e del mio corpo, perché mi liberi dai miei nemici e io, alzandomi dal mio giaciglio, elevi a te preghiere di ringraziamento. Sì, Signore, ascolta me, il tuo servo misero e peccatore nella volontà e nel pensiero; donami, una volta alzato, di studiare le tue parole, e fa' che l'accidia demoniaca sia cacciata lontano da me per mezzo dei tuoi Angeli, perché io benedica il tuo santo Nome e lodi e glorifichi la purissima Deìpara Maria che hai dato a noi peccatori come intercessione e accogli Lei che prega per noi; so che Lei imita il tuo amore per gli uomini e non cessa di pregare. Per le sue intercessioni e per il segno della preziosa Croce, e per la grazia di tutti i tuoi santi, custodisci la mia anima, Gesù Cristo Dio nostro, perché sei santo e sommamente glorificato nei secoli. Amen.

Preghiera 5a

Signore Dio nostro, ho peccato in questo giorno con la parola, l'opera, il pensiero: poiché sei Buono e Amico degli uomini, perdonami. Donami un sonno pacifico e senza turbamento. Invia il tuo Angelo custode che mi protegga, mi preservi da ogni male, perché Tu sei il custode delle anime nostre e dei nostri corpi, e a te rendiamo gloria, Padre e Figlio e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera 6a

Signore Dio nostro, in cui noi crediamo e il cui Nome invochiamo più di ogni nome, da' a noi che partiamo per il sonno sollievo dell'anima e del corpo, e preservaci da ogni fantasticheria e da tenebrose voluttà, frena lo slancio delle nostre passioni, spegni l'ardore che solleva le nostre carni, dacci di vivere castamente in opere e parole, perché, avendo abbracciato la vita virtuosa, non decadiamo dai tuoi beni promessi, perché sei benedetto nei secoli. Amen.

Preghiera 7a, di san Giovanni Crisostomo (24 preghiere per tutte le ore del giorno)

1 Signore, non rimuovere da me i tuoi beni Celesti.

2 Signore, liberami dalle pene eterne.

3 Signore, se ho peccato con la mente o con il pensiero, con la parola o con l’azione, perdonami.

4 Signore, liberami da ogni inconsapevolezza e dimenticanza, e meschinità d’animo, e pietrificata insensibilità.

5 Signore, liberami da ogni tentazione.

6 Signore, illumina il mio cuore, perché si è ottenebrato con il desiderio malvagio.

7 Signore, se ho peccato come uomo, Tu che sei un Dio generoso abbi misericordia di me, vedendo la debolezza della mia anima.

8 Signore, manda la tua grazia in mio aiuto, perché glorifichi il tuo santo Nome.

9 Signore Gesù Cristo, scrivi il tuo servo nel libro della vita e donami una buona fine.

10 Signore Dio mio, anche se non ho fatto niente di buono davanti a te, dammi per la tua grazia di porre un inizio di bene.

11 Signore, aspergi il mio cuore con la rugiada della tua grazia.

12 Signore del cielo e della terra, ricorda il tuo servo peccatore, pieno di vergogna e impuro, nel tuo Regno. Amen.

Preghiere della notte:

1 Signore, nella penitenza accoglimi.

2 Signore, non abbandonarmi.

3 Signore, non indurmi in tentazione.

4 Signore, dammi un pensiero buono.

5 Signore, dammi lacrime e il ricordo della morte, e umiltà.

6 Signore, dammi il pensiero di confessare i miei peccati.

7 Signore, dammi umiltà, castità e ubbidienza.

8 Signore, dammi pazienza, longanimità e mansuetudine.

9 Signore, fa’ dimorare in me radici di bontà, il timore di te nel mio cuore.

10 Signore, concedimi di amare te con tutta la mia anima e il mio pensiero, e di fare in tutto la tua volontà.

11 Signore, preservami da alcuni uomini e dai demòni, dalle passioni e da ogni altra cosa empia.

12 Signore, poiché sei consapevole della tua creazione e del tuo volere, sia in me peccatore la tua volontà, perché sei benedetto nei secoli. Amen.

Preghiera 8a, al nostro Signore Gesù Cristo

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, per la tua onorabilissima Madre e per i tuoi Angeli incorporei, per il tuo Profeta, Precursore e Battista, per gli apostoli annunciatori della parola di Dio, per i luminosi e ben vittoriosi martiri, per i padri pii e teofori e tutti i santi, per le loro preghiere, liberami dall’assalto demoniaco. Sì, mio Signore e creatore, Tu che non desideri la morte del peccatore, ma che si converta e viva, concedi a me miserabile e indegno la conversione; liberami dalle labbra del serpente distruttore, che sono aperte per divorarmi e portarmi vivo nell’ade. Sì, Signore, mia consolazione, Tu che ti sei rivestito, per me miserabile, della carne corruttibile, strappami dalla miseria, concedi alla mia povera anima la consolazione. Pianta nel mio cuore il desiderio di compiere le tue volontà e di tralasciare le opere malvagie, e di ricevere le tue beatitudini: in te, Signore, ho sperato, salvami.

Preghiera 9a, alla Tuttasanta Deìpara, di Pietro Studita

Prosternandomi innanzi a te, tuttapura Madre di Dio, io prego: Tu sai, Regina, che incessantemente io pecco e irrito il Figlio tuo e Dio mio, e molte volte mi pento, e menzognero mi trovo davanti a Dio, e mi pento con tremore: non ora forse mi colpirà il Signore? E nello stesso tempo ancor più commetto le stesse cose; sapendo ciò, mia Sovrana e Signora Deìpara, ti prego di avere misericordia, di fortificarmi e di concedermi di essere buono. Tu sai questo, mia Sovrana e Deìpara, che non per odio ho opere malvagie, e con tutto il pensiero amo la legge del mio Dio, ma non so, Signora Tuttapura, perché odio quello che amo, e trasgredisco il bene. Non permettere, o Tuttapura, che si compia la mia volontà che non è gradita, ma sia fatta la volontà del Figlio tuo e Dio mio che mi salva, che mi dà intelligenza, e concede la grazia del santo Spirito, perché io smetta da adesso in poi di compiere azioni impure, e viva il resto della vita nella volontà del Figlio tuo. A Lui spetta ogni gloria, onore e potenza, con il Padre suo aprimordio, e il tuttosanto, buono e vivifico suo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera 10a, alla Tuttasanta Deìpara

Del buon Re buona Madre, tuttapura e benedetta Deìpara Maria, versa sulla mia anima passionale la misericordia del Figlio tuo e Dio nostro e per le tue preghiere guidami verso buone azioni, affinché il tempo rimasto della mia vita trascorra senza vizio e per la tua grazia trovi il paradiso, Deìpara Vergine, unica pura e benedetta.

Preghiera 11a, all’Angelo custode

Angelo di Cristo, mio santo custode e protettore della mia anima e del mio corpo, perdonami tutti i peccati che ho commessi in questo giorno, e riscattami dalla malignità del nemico che mi si oppone, affinché con nessun peccato irriti il mio Dio, e prega per me, peccatore e indegno servo, così da mostrarmi degno della grazia e della misericordia della tuttasanta Trinità e della Madre del mio Signore, e di tutti i santi. Amen.

Poi, Contacio della Tuttasanta Deìpara:

A te, Condottiera pronta alla difesa, io, città tua redenta dalle sciagure, dedico i canti vittoriosi e grati, o Deìpara. Tu che hai questo potere incontrastato: liberami da ogni altro pericolo, perché io gridi a te: Gioisci, Sposa inviolata.

Poi:

Gloriosissima Semprevergine, Madre di Cristo Dio, porta la nostra preghiera al Figlio tuo e Dio nostro, perché salvi per mezzo tuo le anime nostre.

Tutta la mia speranza ripongo in te, Madre di Dio, custodiscimi sotto il tuo velo.

Deìpara Vergine, non disprezzare me peccatore che pretendo il tuo aiuto e la tua difesa: in te spera la mia anima, abbi misericordia di me.

Poi, preghiera di San Ioannichio:

La mia speranza è il Padre, il mio rifugio è il Figlio, la mia protezione è lo Spirito Santo: Trinità santa, gloria a te.

Poi:

Degno davvero è dir di te beata, la Deìpara semprebeata, tuttaimmacolata e Madre del nostro Dio. Più insigne dei Cherubini e senza confronto più gloriosa dei Serafini, in modo incorruttibile Dio Verbo hai partorito, la realmente Deìpara in te noi magnifichiamo.

Gloria al Padre e al Figlio e al santo Spirito, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Kyrie, eleison (3 volte).

Benedici.

E congedo:

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, per le preghiere della tua tuttapura Madre, dei nostri padri piissimi e teofori, e di tutti i santi, abbi misericordia di noi. Amen.

Preghiera di San Giovanni Damasceno, da dire indicando il proprio giaciglio:

Sovrano, Amico degli uomini, questo mio letto sarà forse gia la mia tomba, oppure ancora un giorno illuminerai la mia anima miserabile? Ecco dinanzi a me la tomba, ecco davanti a me la morte. Il tuo giudizio, Signore, io temo, e la pena senza fine, e tuttavia non cesso di fare il male: irrito sempre te, Signore Dio mio, e la tua Madre tuttapura, e tutte le celesti Potenze, e il mio santo Angelo custode. So dunque, Signore, che sono indegno del tuo amore per gli uomini e sono invece degno di ogni condanna e pena. Ma Tu Signore, sia che io lo desideri sia che non lo desideri, salvami. Perché se Tu salvi il giusto, Signore, nulla vi è di grande; se poi hai misericordia del puro, nulla vi è di mirabile: perché essi sono degni della tua misericordia. Ma in me peccatore compi le meraviglie della tua misericordia: manifesta in questo il tuo amore per gli uomini, affinché la mia malvagità non prevalga sulla tua ineffabile misericordia, e agisci verso di me come vuoi.


 

(Preghiere recitate abitualmente dai monaci, ma che possono essere recitate da tutti)

Di’, prosternandoti fino a terra:

Ti adoro, tuttasanta Trinità, coessenziale, vivifica e indivisibile, Padre, e Figlio, e santo Spirito: credo in te e confessando ti glorifico, ringrazio, lodo, venero ed esalto te e prego: abbi misericordia di me, tuo inutile servo. (3 volte; 3 prosternazioni)

Ti venero, tuttasanta Deìpara, con il tuo parto hai manifestato a noi la Luce vera, Regina del cielo e della terra, Speranza dei disperati, Aiuto dei deboli, Intercessione di tutti i peccatori. Proteggimi Tu e difendimi da tutte le sciagure e necessità dell’anima e del corpo, e sii per me, ti prego, Difesa grazie alle tue onnipotenti preghiere. (1 prosternazione)

Tuttasanta Sovrana Deìpara, accogli questa piccola preghiera e portala al Figlio tuo e Dio nostro, perché Egli salvi e illumini, grazie a te, le anime nostre. (1 prosternazione)

Ordini tutti Celesti, Serafini, Cherubini, Troni, Dominazioni, Virtù, Potestà, Arcangeli e Angeli, pregate Dio per me peccatore, vi prego, e mi umilio davanti a voi. (1 prosternazione)

Santo e grande Giovanni, Profeta, Precursore e Battista del Signore, che hai sofferto per Cristo, e hai ricevuto l’audacia di osare presso il Signore, prega per me peccatore, affinché mi salvi per le tue preghiere. (1 prosternazione)

Santi Divini Apostoli, Profeti, Martiri, Illuminatori, Digiunatori, Pii, Giusti, monaci del deserto, Rasofori, Patriarchi, e santi tutti che avete sofferto per Cristo, e avete acquistato l’audacia di osare presso il Sovrano, pregate per me peccatore, affinché mi salvi per le vostre preghiere. (1 prosternazione)

Santo Giovanni Crisostomo con Basilio il Grande, Gregorio il Teologo, Leone e Gregorio papi di Roma, Atanasio e Cirillo, Giovanni il Misericordioso papi e patriarchi di Alessandria, Ambrogio di Milano, Massimo di Torino, Zeno di Verona e Nicola di Mira in Licia il Taumaturgo, Sava di Serbia e tutti i santi ierarchi, aiutatemi e abbiate misericordia di me per le vostre preghiere e intercessioni presso Dio. (1 prosternazione)

Santi isapostoli e illuminatori: imperatori da Dio coronati Costantino ed Elena, Nina della Georgia, Gregorio arcivescovo della Grande Armenia, Frumenzio arcivescovo di Etiopia, Cirillo e Metodio evangelizzatori degli slavi, Vladimiro e Olga grandi principi di Kiev, Innocenzo metropolita e Gherman dell’Alaska, illuminatori di America, Nicola del Giappone e tutti i santi illuminatori, pregate Dio per me peccatore. (1 prosternazione)

Santi martiri e voi che avete subito la passione: Stefano apostolo, arcidiacono e protomartire, Giorgio il Trofeoforo (il Trionfatore), Demetrio il Mirovlita (l’Effusore di miro), Teodoro di Tiro (la Recluta) e Teodoro lo Stratilate (l’Ufficiale), Lorenzo arcidiacono, Gervasio e Protasio, Nazario e Celso, Lazzaro di Serbia, Pietro l’Aleute, Boris, Gleb e Igor, Tecla, Ciriaca, Eufemia, Parasceve, Caterina, Agnese, Cecilia, Anastasia, Lucia e tutti i santi e le sante martiri, pregate Dio per me peccatore. (1 prosternazione)

Pii e Teofori monaci: Antonio il Grande, Eutimio, Sava il Santificato, Onofrio, Benedetto da Norcia, Anastasio di Athos e Atanasio di Meteora, Efrem di Siria, Antonio e Teodosio delle Grotte di Kiev, Sergio di Ràdonezh, Serafino di Sarov, Paisio Velickovski, Ambrogio di Optina, Silvano dell’Athos, Pelagia, Teodosia, Anastasia, Euprassia, Febronia, Teodula, Eufrosine, Maria Egiziaca, Parascheva, Scolastica e tutti i pii, pregate Dio per me peccatore. (1 prosternazione)

Tutte le Sante donne, Mirofore, Martiri, Pie e Vergini, che Cristo in modo degno avete servito, con la santa megalomartire Barbara, pregate Dio per me peccatore. (1 prosternazione)

Invincibile e divina forza della Croce del Signore, non abbandonare me peccatore: ma con la tua forza proteggimi da ogni tentazione dell’anima e del corpo. (1 prosternazione)

Tuttasanta Sovrana Deìpara, Sicurezza di tutti i cristiani, non abbiamo altra sicurezza e speranza tranne te, tuttaimmacolata mia Sovrana Signora Deìpara, Madre di Cristo Dio mio: per questo abbi misericordia e liberami da tutti i miei mali, e supplica il Misericordioso Figlio tuo e Dio mio, perché abbia misericordia della mia anima miserabile, e perché mi liberi dalle pene eterne e mi faccia degno del Regno suo. (1 prosternazione)

Santo Angelo mio custode, proteggimi sotto le ali della tua bontà, e caccia via da me ogni azione demoniaca, e prega Dio per me peccatore. (1 prosternazione)

E quando vuoi coricarti, recita questo:

Illumina i miei occhi, Cristo Dio, perché mai mi addormenti nella morte, perché mai dica il mio nemico: ho prevalso su di lui.

Gloria al Padre e al Figlio e al santo Spirito.

Sii Protettore della mia anima, o Dio, perché cammino tra molte reti; liberami da esse e salvami, o Buono, perché sei Amico degli uomini.

E ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Cantiamo incessantemente, con le labbra e col cuore, la gloriosissima Madre di Dio, più santa degli Angeli santi, che ha partorito per noi il Dio incarnato e che prega ininterrottamente per le anime nostre.

Bacia la croce (che porti al collo), fa’ il segno della croce sul tuo giaciglio, rivolto verso dove poggi il capo, e anche verso tutte le parti del mondo, segnati con il segno della croce e recita la preghiera per la Croce preziosa:

Risorga Dio e si disperdano i suoi nemici, quanti lo odiano fuggano davanti al suo volto. Come sparisce il fumo, così spariscano; come si scioglie la cera dinanzi al volto del fuoco, così periscano i demòni dinanzi al volto di coloro che amano Dio e che, segnandosi col segno della Croce, dicono esultanti: Gioisci, preziosissima e vivifica Croce del Signore, scaccia i demòni per la potenza di Colui che su di te fu crocifisso, il nostro Signore Gesù Cristo; disceso nell’ade, Egli ha vinto la potenza del diavolo e ti ha donato a noi, Croce preziosa, per respingere ogni nemico. O preziosissima e vivificante Croce del Signore! Assieme alla nostra Sovrana, la Vergine Deìpara, e a tutti i santi, vieni in mio aiuto nei secoli. Amen.

Oppure, in breve: Proteggimi, Signore, per la forza della tua preziosa e vivificante Croce e preservami da ogni male.

Preghiera

Alleggerisci, rimetti, perdona, Dio, i nostri peccati, volontari e involontari, con le parole e le azioni, consapevoli e inconsapevoli, nella notte e nel giorno, nella mente e nel pensiero: tutto perdona, perché sei Buono e Amico degli uomini.

Preghiera

Perdona, Signore Amico degli uomini, coloro che ci odiano e che ci hanno offesi. Fa’ del bene a chi ha fatto del bene. Ai nostri fratelli e parenti dona quanto chiedono per la salvezza e la vita eterna. Visita coloro che giacciono nella malattia e dona loro la guarigione. Orienta coloro che sono in mare. Accompagna quelli che sono in viaggio. Combatti insieme con tutti i cristiani ortodossi. Soccorri chi governa. Dà la remissione dei peccati a chi ci ha servito e ha avuto compassione di noi. Abbi misericordia, secondo la tua grande misericordia, di quanti ci hanno raccomandato, a noi indegni, di pregare per loro. Ricordati, Signore, dei nostri padri e fratelli defunti e dà loro il riposo là dove brilla la luce del tuo Volto. Ricordati, Signore, dei nostri fratelli imprigionati e liberali da ogni avversità. Ricordati, Signore, di quanti portano doni e fanno del bene nelle tue sante chiese, dà loro quanto chiedono per la salvezza e la vita eterna. Ricordati, Signore, anche di noi tuoi servi, umili, peccatori e indegni, e illumina la nostra mente con la luce della tua intelligenza, e ponici sulla via dei tuoi comandamenti, per le preghiere della nostra purissima Sovrana, la Deìpara e Semprevergine Maria, e di tutti i tuoi santi, perché sei benedetto nei secoli dei secoli. Amen.

Confessione dei peccati quotidiani

Confesso a te, Signore, mio Dio e creatore, unico nella Trinità santa, glorificato e adorato, Padre e Figlio e santo Spirito, tutti i peccati che ho commessi in tutti i giorni della mia vita, in ogni ora, nel momento presente e nelle notti e nei giorni passati, in azioni, parole, pensieri: gola, ebbrezza, mangiare nascostamente, vana loquacità, accidia, pigrizia, contraddizione, disubbidienza, calunnia, condanna, negligenza, amor proprio, acquisto eccessivo di beni, furto, menzogna, disonesto guadagno, cupidigia, gelosia, invidia, ira, rancore, odio, avidità di denaro; i peccati che ho commessi con tutti i miei sensi: vista, udito, olfatto, gusto, tatto e gli altri miei peccati, dell’anima e insieme del corpo, con i quali ho irritato te, mio Dio e creatore, e ho condannato ingiustamente il mio prossimo. Per i quali provo dispiacere, dimostro a te di essere colpevole, Dio mio, e ho volontà di pentirmi: Signore Dio mio, aiutami, con le lacrime ti prego umilmente: perdona tutti i miei peccati con la tua misericordia e liberami da essi, che ho confessato davanti a te, perché sei Buono e Amico degli uomini.

Quando ti appresti al sonno (ricordando che per te questa notte può essere l’ultima), recita: Nelle tue mani, Signore Gesù Cristo, Dio mio, consegno il mio spirito. E Tu benedicimi, Tu abbi misericordia di me e donami la vita eterna. Amen.


Nella prima settimana dopo la Pasqua, al posto delle preghiere della sera, di solito si leggono le Ore pasquali.

Ultima modifica Venerdì 30 Marzo 2012 12:47
Fausto Ferrari

Fausto Ferrari

Religioso Marista
Area Formazione ed Area Ecumene; Rubriche Dialoghi, Conoscere l'Ebraismo, Schegge, Input

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news