Lunedì, 26 Luglio 2021
Visualizza articoli per tag: Oriente Cristiano

a cura di Gianni Valente

Il cardinale ucraino Lubomyr Husar, capo della più consistente Chiesa di rito orientale in comunione col Papa, é una persona cortese e paziente. Da tanto tempo risponde senza scomporsi alle stesse domande e alle stesse polemiche. È da quasi quindici anni che la sua Chiesa, riemersa con vigore dalla clandestinità tribolata dei decenni sovietici, consolida le proprie strutture ecclesiastiche su tutto il territorio ucraino. Una "rinascita" che molti indicano come la pietra d'inciampo di tutti i buoni propositi di riconciliazione tra la Chiesa di Roma e il patriarcato di Mosca.

Ci vuol poco a indovinare che l'arcivescovo maggiore dei greco-cattolici ucraini non si sia entusiasmato davanti alla recente intervista concessa a 3OGiorni dal metropolita ortodosso russo Kirill di Smolensk. Quella in cui il responsabile del dipartimento delle relazioni esterne del patriarcato di Mosca tuonava contro i "piani espansionistici" dei greco-cattolici in Ucraina e negava ogni fondamento storico alle loro "pretese" di veder riconosciuto alla loro Chiesa il rango di patriarcato. Ma più al fondo, ad Husar va stretta l'etichetta di "guastafeste" del dialogo ecumenico che si suole applicare ai cattolici ucraini di rito orientale. Lui, in cuor suo, è convinto esattamente del contrario.

Pubblicato in Chiese Cristiane
Martedì 17 Agosto 2004 01:20

Le Chiese Orientali

di Sergio Mercanzin

A. CHIESA APOSTOLICA CATTOLICA ASSIRA DELL'ORIENTE (CALDEA)

Fa risalire la sua origine all'apostolo Tommaso. È una delle chiese più antiche e venerabili. Lingua liturgica è il siriaco orientale, la più vicina alla lingua che parlava Gesù.

450.000 fedeli circa (Iraq, Iran, India, Libano, Siria, ecc.). Nel medioevo arrivava a 70 milioni di fedeli.

È sempre stata una chiesa missionaria: India, Asia Centrale, Cina.

Dal 1976 è patriarca Mar Dinka IV, nato in Iraq, vescovo in Iran, residente negli Usa.

Chiesa nestoriana (non ha accettato le definizioni del concilio di Efeso 431 sull'unica persona di Cristo, seguendo invece Nestorio, patriarca di Costantinopoli che affermava la duplicità delle persone in Cristo).

Pubblicato in Chiese Cristiane

di Donato Giordano O.S.B.

Sin dall'antichità, la data del giorno in cui celebrare la Pasqua, cioè il giorno della risurrezione del Signore dalla morte, è stata causa di gravi divergenze tra le varie comunità cristiane, ognuna delle quali seguiva una diversa tradizione, fondata su una differente interpretazione del dato scritturistico.

Pubblicato in Chiese Cristiane

Non basta conoscere i momenti storici che hanno portato alla separazione tra la Chiesa di Roma e quella ortodossa e sapere che il contrasto e la divisione nacquero fondamentalmente da motivi politici e culturali...

Pubblicato in Chiese Cristiane
Lunedì 16 Agosto 2004 23:07

La mistica nell'anima russa

di Sergio Mercanzin

"Spagna e Russia, due nazioni incinte di Dio". L'affermazione è dello scrittore di origine romena E. M. Cioran, nella sua opera Lacrime e santi, pubblicata nel 1937 (l'anno in cui arrivò a Parigi per restarvi).

Pubblicato in Chiese Cristiane
Pagina 22 di 27

Iscriviti alla Newsletter per ricevere i nostri "Percorsi Tematici" e restare aggiornato sui migliori contenuti del nostro sito

news

per contattarci: 

info@dimensionesperanza.it