Famiglia Giovani Anziani

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 126

Aspetti Pastorali e Sociali (159)

Lunedì, 08 Novembre 2010 22:30

Tempo libero o tempo vuoto?

Il lavoro non stop e i riti dell'evasione di massa rispondono alle logiche del profitto, a danno delle relazioni: la "diagnosi" del cardinale Antonelli L’ uomo, per vivere e i   svilupparsi, ha bisogno sia dei beni strumentali, che sono voluti in vista di qualcos'altro, sia dei beni gratuiti, che sono voluti per se stessi»; è il commento del cardinale Ennio Antonelli, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, nel presentare a Roma, alla fine di settembre, l'evento del 2012.
Sabato, 30 Ottobre 2010 17:33

II Matrimonio nel disegno del creatore

I due racconti della creazione terminano con una scena su cui si fonda l'istituzione del matrimonio. Nel racconto jhavista (Gen 2), l'intenzione divina è espressa in questi termini; "Non è bene che l'uomo sia solo, gli farò un aiuto che sia simile a lui" (2,18).
Sabato, 02 Ottobre 2010 17:15

Per educare al consumo

Michele Aglierì e Monica Parricchi, FAMIGLIA OGGI. 6/2008: 88-89 Gli uomini e le donne di oggi sono sempre più imbrigliati dalle logiche del consumismo. Possiamo ancora  sciogliere questi condizionamenti? Un originale progetto della Commissione europea, il portale "Dolceta", si affianca a tutte le famiglie, e non solo, per orientarle verso scelte responsabili all'intemo della variegata offerta della rete.
Domenica, 05 Settembre 2010 17:58

Il valore della famiglia. Istituzione superata?

Muraro G. -  Il valore della famiglia. Istituzione superata?   I quotidiani del 12 maggio 2010 sembravano tutti concordi nel suonare le campane a morto per la famiglia. I fatti riportati portavano alla conclusione che essa fosse un’esperienza disastrata e disastrante. Ma è proprio così?
Forum delle Associazioni Familiari - FORUMNEWS online - luglio 2010 I figli sono sempre di più un lusso per gli italiani che con sempre maggiore difficoltà riescono ad assicurare loro uno standard di vita ritenuto accettabile. E sempre di più le condizioni di ’assoluta povertà’ di una famiglia aumentano col crescere del numero dei figli. E’ la fotografia scattata dal Rapporto Cisf. Nel nostro Paese i dati dimostrano che da oltre trent’anni il comportamento riproduttivo della popolazione italiana non giunge ad assicurare il ricambio tra genitori e figli; eppure esiste un grande distanza fra il numero medio dei figli avuti, pari…
Forum delle Associazioni Familiari - FORUMNEWS online - luglio 2010 L’iniziativa del Comune di Torino di istituire un registro delle unioni civili lascia interdette le associazioni del Forum.In un momento in cui la famiglia è sottoposta ad un tiro incrociato dalle difficoltà economiche di una crisi che si fa di giorno in giorno più aspra e dai tentativi di svuotarne il significato di cellula fondamentale della società, di tutto si sentiva il bisogno tranne del riconoscimento di un “matrimonio leggero”.
Giovedì, 29 Luglio 2010 18:33

Puglia: fuori gli obiettori dai consultori

Forum delle Associazioni Familiari - FORUMNEWS online - luglio 2010 Con la delibera n.735 del 15 marzo 2010, la Giunta Regionale Pugliese ha confermato la volontà di riservare le assunzioni di ginecologi ed ostetriche nei consultori familiari esclusivamente a personale non obiettore di coscienza.Come già in precedenza, il Forum, con una lettera alla Giunta ed ai Consiglieri regionali del 20 giugno ha denunciato il problema, collocandolo nel contesto di una necessaria riforma del sistema consultoriale.Contestualmente, un gruppo di 9 ginecologi obiettori di coscienza, ha impugnato la delibera davanti al Tar, in quanto da essa sono ormai derivati atti pubblici di alcune…
Avvenire, 04/07/2010: pag 13 (estratto) (Antonella Mariani) No senza appello di Belletti, presidente del Forum  delle Famiglie, alla proposta del Cosiglio del notariato appoggiata da Alfano. Il matrimonio come la compravendita di una casa. Come un qualunque contratto. Si va dal notaio, si firma, si paga la parcella e amici come prima: il divorzio è fatto. Basta con le lungaggini dei processi, basta con giudici e udienze, basta carte bollate. Scenari? Non proprio. Ha destato sorpresa e qualche preoccupazione la proposta, lanciata venerdì nel corso del Consiglio nazionale del notariato, di trasferire ai notai la gestione delle separazioni coniugati quando…
Mercoledì, 28 Luglio 2010 08:25

Il papà solo

Ecco la nuova  rivoluzione delle famiglie in Italia: aumentano gli uomini che in solitudine crescono un  figlio.
Avvenire 07/07/2010, estratto da pag.10 La legge sulla parità scolastica, questa incompiuta. Dieci anni dopo, il panorama culturale è - parzialmente - cambiato in meglio. Ma sulla concreta attuazione c'è molto da fare. In più, il mutamento del titolo quinto della Costituzione, con il passaggio di competenze alle Regioni, ha finora prodotto situazioni eterogenee. Di tutto questo ha discusso ieri un convegno organizzato a Montecitorio per iniziativa dell'Associazione genitori scuole cattoliche (Agesc), alla presenza del presidente della Camera Gianfranco Fini e del Ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini. C’erano la presidente del sodalizio Maria Grazia Colombo, il rettore della Lumsa Giuseppe Della…
Lunedì, 26 Luglio 2010 13:03

Chi aiuterà gli anziani

Corriere della Sera, 20/07/2010:1,21 Nel 2025 in Italia avremo due milioni di anziani in più di oggi. Le statistiche dicono che i consumi sanitari di un settantenne sono circa il doppio di quelli di un quarantenne, quelli di un novantenne il triplo. Il tasso di non autosufficienza nella popolazione totale aumenterà del 53%, sollevando enormi problemi finanziari, organizzativi e sociali. Come affrontare la sfida? E chi deve pagare il conto? Qualsiasi ipotesi di discriminazione dei pazienti sulla base dell'età è considerata «eticamente oltraggiosa», ma i costi crescenti della sanità, in buona misura dovuti proprio all'invecchiamento della popolazione, sono un problema…
Corriere della Sera, 20/07/2010:21 ROMA — In Italia ci sono almeno 2,6 milioni di persone non autosufficienti, cioè non in grado, per disabilità legate alla salute, di badare a se stesse. Di queste, 2 milioni sono anziani. Il problema riguarda circa una famiglia su 10 ed è destinato ad aggravarsi visto l'invecchiamento della popolazione. Per fronteggiarlo non si può pensare di contare sulla sola assistenza pubblica, peraltro già molto carente, ma bisognerà puntare sui fondi sanitari integrativi, in grado di meglio organizzare la spesa privata che del resto è già ingente, tra spese per badanti e case di degenza. L'adesione…

Search